PIAZZA WINCKELMANN

PIAZZA WINCKELMANN     –     (PUNTO VERDE INFANZIA)     – II MUNICIPIO

A cura del Comitato Villa Blanc

PIAZZA WINCKELMANN    prima

Negli anni 90 Piazza Winckelmann, in origine parte del complesso di Villa Blanc, sottrattale per esigenze di lottizzazione nel 1924, comprendeva una pinetina di proprietà comunale ben tenuta, recintata da siepi e da alberi, al cui interno c’erano delle giostrine e delle panchine di legno e di pietra, unico punto verde di ritrovo per bambini e ragazzi che frequentavano la scuola che si affaccia sulla piazza. Poi per incuria con gli anni si è degradata fino a quando nel 2003 è diventato un Punto Verde Infanzia. La convenzione-concessione (punti verdi infanzia – nelle cui premesse fa riferimento al regolamento per la concessione di aree pubbliche per lo spettacolo viaggiante) e che ha la durata di 18 anni, non ha frenato, anzi ha accelerato la progressiva distruzione del verde pubblico, in particolare attraverso il taglio degli alberi ad alto fusto e la compressione dell’area verde su poche, minuscole, aiuole.

piazza winkelmann oggiSITUAZIONE RILEVATA

1) Problemi della concessione

Attualmente il parco si presenta con strutture giochi tra fisse e mobili quasi completamente a pagamento, che ne occupano gran parte della superficie.

Mentre la Convenzione prevede che solo il 20% dello spazio sia dedicato ai giochi a pagamento e l’80% sia destinato a verde di fruizione libera e gratuita, chiunque può facilmente constatare che la situazione è diametralmente opposta: da anni la grande maggioranza dello spazio è destinata ad attrazioni a pagamento, mentre solo una piccola porzione è destinata a verde di fruizione libera e gratuita.

 

2) Problemi del verde

Il colpo di grazia è stato dato a dicembre 2013 quando, con gli ultimi interventi effettuati dal Servizio giardini del Comune di Roma, che è responsabile secondo la convenzione della potatura degli alberi, sono stati abbattuti ulteriori pini, a loro dire per problemi di sicurezza. Della pinetina ad oggi è rimasto quasi niente.

La relazione del tecnico (consulente esterno) inviato dal Servizio giardini del Comune afferma che gli alberi erano tutti fortemente inclinati ed alti da 14 a 18 metri La stessa relazione inoltre afferma che “le condizioni fitosanitarie degli alberi sono “ai limiti della normalità“. Dunque niente di anormale. Solo problemi statici, del tutti  presunti, dato che non c’è Pino di Roma che non sia fuori asse. Inoltre la chioma dei pini era stata già abbondantemente potata e quindi offriva poca resistenza al vento.

Infine il servizio Giardini, richiesto dal Municipio di procedere alla ripiantumazione degli alberi abbattuti, ha testualmente risposto che “sarà necessario attendere il deperimento delle ceppaie di quelli abbattuti“, ovvero tra 50 anni almeno!

RICHIESTE INOLTRATE ALL’ASSESSORATO  ALL’AMBIENTE DEL MUNICIPIO E ALL’ASSESSORATO ALL’AMBIENTE DEL COMUNE

1) una verifica immediata dello stato dei luoghi e l’imposizione all’attuale gestore del Punto Verde Infanzia del rispetto della convenzione con il Comune che assegna all’area di pertinenza spettacolo + chiosco bar + tavoli all’aperto solo 443 mq su 2187 totali pari al 20% , lasciando in fruizione libera e gratuita al pubblico i restanti 1744 mq. Al momento attuale l’area occupata da attività a pagamento occupa la grande maggioranza dello spazio totale.

 

2) A tutela del valore ambientale dell’area si richiede di disporre l’immediato reimpianto dei numerosi pini abbattuti dal servizio giardini per asseriti motivi di sicurezza ( non giustificati peraltro dalla relazione fitosanitaria redatta per il servizio da un tecnico esterno). Non è accettabile quanto risposto dal Servizio Giardini al Municipio che per il reimpianto occorra attendere il deperimento delle ceppaie, in quanto dovrebbero passare decine di anni mentre sono comunemente disponibili estrattori meccanici a tale scopo.

3) Si richiede inoltre:

  • Di imporre al concessionario di tenere aperta l’area verde Piazza Winckelmann dall’alba al tramonto tutti i giorni, comprensive le festività, e non di aprire e chiudere il giardino a suo insindacabile giudizio .
  • Far apporre la necessaria segnaletica indicante l’orario di apertura e chiusura, il posizionamento dei bagni pubblici, il divieto di parcheggio auto e l’accesso di cani senza museruola e guinzaglio.
  • Aumentare sensibilmente il numero delle panchine disponibili e dei giochi per bambini gratuiti.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...