Piano Casa alla Città del Gusto

IMG_5083 città del gusto light 2

Il complesso dell’ex Consorzio Agrario, sito in via Enrico Fermi, nell’XI Municipio, è una proprietà privata che  sorge in un’area di progressiva e  recente riqualificazione, in virtù del processo di pianificazione del quadrante Ostiense-Marconi, avviato dall’Amministrazione Capitolina nel 1995, formalizzato nel 1999-2000 con la redazione del  Progetto Urbano Ostiense-Marconi (PUOM), oggetto nel 2003-2005 di un successivo
aggiornamento (1)
Attualmente  comprende una multisala cinematografica, UCI CINEMA MARCONI,  la “Città del Gusto”, oltre ad un parcheggio multipiano, un ambulatorio ASL e un supermercato. Grazie al Piano casa della Regione Lazio, i proprietari potranno abbattere e ricostruire gli  edifici con un premio di cubatura e trasformare in appartamenti e negozi le precedenti destinazioni al servizio della collttività

città del gustoIl Comitato NO PUP Fermi,  sta raccogliendo le firme per chiedere che una parte delle destinazioni sociali e culturali vengano mantenute all’interno del compendio, a partire dalal Multisala Cinematografica, uno dei pochi servizi culturali del quartiere, molto utilizzato.

IMG_5080 città del gusto light 3

 

MATERIALI

(1) COSA PREVEDE IL PRG

Città consolidata – tessuto T2
Destinazioni d’uso ammesse (art. 47, c. 2 NTA):
a) Abitative;
b) Commerciali, con esclusione delle destinazioni a CU/a, salvo
che non siano introdotte negli edifici a tipologia speciale,
con interventi di categoria RE, DR, AMP;
c) Servizi;
d) Turistico-ricettive, limitatamente a “strutture ricettive alberghiere
ed extra-alberghiere”;
e) Produttive, limitatamente a “artigianato produttivo”;
f) Parcheggi non pertinenziali.

L’intervento è così così descritto nel sito del Comune di Roma: “Gli obiettivi del Progetto Urbano scaturiscono dall’esigenza di riqualificare l’intero  quadrante urbano della città attraverso:
– il recupero di aree per servizi pubblici, verde, attrezzature ed infrastrutture;
– l’inserimento di importanti funzioni urbane quali quelle universitarie;
– l’introduzione di nuove localizzazioni terziarie e di servizi di livello municipale e urbano;
– la realizzazione di una parte del parco del Tevere sud.
L’aggiornamento del Progetto Urbano (P.U.) nel 2005 definisce, attraverso la sottoscrizione  di due Accordi di Programma, i seguenti interventi:
– un nuovo schema della viabilità che, in coerenza con il PRG, prevede un sistema di doppio  lungotevere su entrambe le rive e la realizzazione di un Nodo di scambio in corrispondenza  della fermata Metro B Marconi;
– il programma di interventi Ostiense-Garbatella;
– il Piano di utilizzazione dell’ex Mattatoio con l’individuazione delle funzioni generali di
utilizzo e del comparto destinato all’Università Roma Tre;
– la riqualificazione dei Mercati Generali con una nuova destinazione urbanistica a servizi
pubblici e privati;
– il programma relativo agli insediamenti universitari destinati all’Università di Roma Tre
localizzati lungo la via Ostiense e nell’ex Mattatoio;
– alcuni programmi di interventi di interesse pubblico proposti dai privati: “ex Consorzi
Agricoli” in via del Porto Fluviale; Via dei Papareschi; via Benzoni.”

Il complesso esistente è stato realizzato nell’ottica del recupero di un manufatto industriale ed è così descritto nel sito dell’impresa realizzatrice:
“Realizzazione di un centro polifunzionale mediante il recupero e la ricostruzione degli
edifici dell’ex Consorzio Agrario a Roma, Via E.Fermi. Il complesso comprende una
multisala cinematografica (sette sale per 1200 posti), una piazza con fontana, negozi,
ristoranti, un supermercato, studi televisivi (RAISAT), la nuova sede del Gambero Rosso
Editore S.p.A. Il centro è servito da scale mobili. tapis roulant, e da dieci impianti
elevatori tra ascensori e montacarichi. Completa l’intervento un parcheggio multipiano
per 700 posti auto. Le ricostruzioni sono state eseguite in struttura mista: acciaio e
calcestruzzo armato. L’intero complesso è servito da impianti centralizzati di
climatizzazione, antincendio, gas metano, idrico sanitario, diffusione sonora, antintrusione
TV C.C..”

Repubblica 2 novembre 2013 Città del Gusto, ex Buffetti, nuova Fiera piano casa, lo scempio delle periferi Immobili destinati a servizi tramutati in alloggi. Il minisindaco Veloccia lancia l’allarme: “Il Campidoglio li blocchi”. Regalo ai costruttori dell’ex giunta regionaledi GIOVANNA VITALE

2 risposte a Piano Casa alla Città del Gusto

  1. Francesco Sanvitto ha detto:

    Dove sono finiti i metri quadrati… almeno 10.000 di parcheggi dovuti a suo tempo per lo standard pubblico?
    Quando fu presentato il progetto di trasformazione dell’ ex silos per il grano in superfici commerciali e direzionali la proprieta’ ha sicuramente firmato un atti d’obbligo in cui si obbligava a cedere le superfici degli standard dovuti ….Se l’aministrazione li avesse richiesti (e puo’ farlo in qualsiasi momento) oggi la proprieta’ non potrebbe chiedere nuove trasformazioni su aree che non gli appartengono.

    • carteinregola ha detto:

      Mi sembra un’ottima obiezione, perchè non chiedete un accesso agli atti come cittadini (o tramite qualche consigliere amico)? Noida tempo facciamo questa battaglia e ogni elemento utile sarà valorizzato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...