Parco Piccolomini

parco piccolomini map[aggiornato al 16 ottobre 2014]

Promozione Villa Piccolomini

______________________________________________________________

A pochi metri dalla Cupola di San Pietro, nell’attuale XIII municipio, c’è lo splendido complesso di Villa Floridi fatto costruire  dal  Papa Piccolomini nel 1458 sulla Via Aurelia Antica, che  con la sua seicentesca Casa del Sole, il caratteristico giardino all’italiana e il grande parco agricolo è un luogo che ancora oggi conserva inalterata la sua eccezionale valenza paesaggistica, storica e culturale.

Nel 1942, il Conte Piccolomini muore lasciando la Villa del Sole (Villa Floridi) con i terreni annessi, all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, che su richiesta dello stesso d’Amico nel 1943 ottiene che  il patrimonio ereditato diventi un Ente Morale denominato “Fondazione PIccolomini per la Regia Accademia d’Arte Drammatica” come  “casa  di riposo per artisti drammatici inabili al lavoro, non autosufficienti”.

Nel 1956 con D.Lgs, l’Ente Morale viene posto sotto la legislazione della Legge Crispi sulle Ipab – 1890 (Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza), e nel 1980 (con la devolution) entra sotto il controllo della Regione Lazio.

Fin dal 1975 il comitato di quartiere Aurelio-Cavalleggeri comincia  una battaglia per  preservare da ogni forma di speculazione l’area, riuscendo a sventare il  tentativo di costruzione  di un albergo sui terreni di proprietà della società Consea,  e chiedendo  la creazione di un grande parco che si estenda dai margini della via Aurelia Antica fino a via Gregorio VII. Negli anni seguenti si succedono vari comitati che, sostenuti da personaggi di alta cultura, tra cui Carlo Giulio Argan e Antonio Cederna e dalle principali associazioni ambientaliste, come Italia Nostra, Legambiente e Wwf, si battono  per atti urbanistici e livelli di tutela che portano, nel Piano Regolatore vigente, all’attuale destinazione di “Villa Storica”sulla prevalenza delle aree del comprensorio Piccolomini. Ciò dopo aver ottenuto in sequenza: il Piano Territoriale Paesistico, tutt’ora vigente, la destinazione a verde pubblico con la Variante di Salvaguardia, l’analoga destinazione col Piano delle Certezze e anche un  inizio (nel 2005) di messa in sicurezza dei percorsi da parte della Fondazione Nicolò Piccolomini in previsione della loro (promessa) apertura al pubblico.

proprietà piccolomini secondo fondazione

La mappa delle proprietà della Fondazione Piccolomini dal sito della Fondazione (in calce mappa ingrandita)

Nel 2010 la Fondazione ha indetto  una gara ad evidenza pubblica per locare i terreni e il manufatto dell’ex maneggio, liberati dopo uno sfratto esecutivo per morosità dei precedenti conduttori. L’avviso pubblico era aperto a “chiunque fosse interessato”, singolo o società. Il Consiglio di Amministrazione ha analizzato una decina di proposte, pervenute in busta chiusa, e ha deliberato di locare il terreno con manufatto, entrambi in condizione di fatiscenza, alla Borgo Piccolomini srl. I criteri di scelta sono stati sostanzialmente due: entità economica dell’offerta e compatibilità del progetto con i vincoli ambientali, urbanistici e sanitari[1] .

Nel febbraio 2012, venuti a conoscenza del progetto, i cittadini del quartiere insorgono immediatamente,  escono vari articoli sui giornali, tra cui un articolo del Fatto Quotidiano che riferisce  che la  “società Borgo Piccolomini Srl di Alberto Manni (ex regista di serie televisive, amministratore unico e detentore dell’ 80 per cento delle quote) ha appena ottenuto l’autorizzazione con determina dirigenziale della Regione Lazio per realizzareun campo pratica per il  gioco del golf; la creazione di un percorso vita; la ristrutturazione di tutti i fabbricati esistenti con cambio di destinazione d’uso in club house a servizio del campo da golf e infine anche una piscina…

PRG.RETE ECOLO copia

PRG Rete Ecologica

Pochi giorni dopo, in una risoluzione del marzo 2012,  il Consiglio del Municipio elenca una serie di controindicazioni al progetto,  tra cui  problemi per la  viabilità, che  “si sviluppa tutta su via della Cava Aurelia, in assoluto la via più caotica del quartiere, con una previsione di afflusso di almeno 400 soci” e  per l’ambiente, dato che “il Parco Piccolomini è definito dal punto di vista ambientalistico come un corridoio ecologico facente  parte del sistema delle ville romane” facendo presente che “altre città, Regioni e Province in Italia individuano ed “allevano” i corridoi ecologici e li definiscono fieri come “interventi mirati alla conservazione della biodiversità”, a Roma, si avvalla con la compiacenza della Regione Lazio la costruzione di una “ecospeculazione”. Infatti il golf si chiama il “mattone verde”. Ha enormi costi di realizzazione, enormi costi di manutenzione e di per sé sarebbe un’impresa comunque fallimentare  se non fosse quello che si presume possa diventare: una testa di ponte alla speculazione edilizia”. Il  Consiglio Municipale conclude chiedendo “l’immediato fermo dei lavori di costruzione dell’impianto sportivo da golf con le relative costruzioni accessorie, per permettere la verifica del rispetto  delle norme ambientali ed urbanistiche, le verifiche idro geologiche ed il VIA [Valutazione Impatto Ambientale] necessario

PRG sistemi regole-1

PRG Sistemi e regole

Secondo la Fondazione, il  progetto, che  ha ottenuto il nulla osta paesistico dalla Regione Lazio,  non prevede sbancamenti del terreno, taglio di alberi o nuove edificazioni, ma solo il restauro dell’unico manufatto esistente; tuttavia secondo il Comitato “la significativa inidoneità del progetto con la complessa normativa vincolistica gravante sull’area è supportata  da una lunga serie di riscontri tra i quali sicuramente degna di nota è la posizione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesistici che con cinque lettere, di fatto, blocca il progetto golf”.

Successivamente al blocco del progetto la società locataria ha presentato una nuova proposta di utilizzo dell’area prevedendo la realizzazione di un Social Club privato. La Soprintendenza ministeriale con parere di Gennaio 2013 ha però bloccato anche quest’intervento considerandolo ancora poco in linea con la normativa di tutela paesaggistica. Successivamente la stessa società ha presentato una nuova proposta per un Social Club con recepite le prescrizioni e con la modifica delle criticità evidenziate dalla stessa Soprintendenza.
Parallelamente, gli uffici comunali competenti per la normativa urbanistica, e nello specifico Il Dipartimento Trasformazione Urbana, hanno chiesto l’invio formale della nuova proposta in considerazione della sostanziale difformità di quest’ultimo progetto da quello originario per il golf (tutte le proposte presentate si poggiano sulla stessa determina rilasciata dalla regione Lazio). Con lettera di Giugno 2014, l’assessore alla Trasformazione Urbana, dichiara il parere urbanistico posto alla base della determina regionale rilasciata per il golf, come negativo, e ricorda agli uffici preposti la destinazione di Piano Regolatore a Verde Pubblico e l’inserimento dell’area nella componente primaria della Rete Ecologica.

[ scarica il comunicato Comunicato stampa per parco piccolomini-26 luglio 2013]64621_440558236042614_172133501_n


[1] testo  pubblicato sul sito della Fondazione, il cui Consiglio di amministrazione è nominato dalla Regione Lazio

scarica il parere della Soprintendenza dell’11 aprile 2014 Parere Mibact Piccolomini 11 aprile 2014 vincolo fornace San bruno-2

Comitato Parco Piccolomini
email: salviamoparcopiccolomini@gmail.com
fb: Salviamo il Parco Piccolomini (gruppo aperto)

 ___________________________________________________________________________________

Materiali e Rassegna Stampa (in basso i meno recenti)

24 luglio 2013 Roma Capitale magazine: Tramonta l’ipotesi del Campo da golf a Villa Piccolomini http://www.romacapitalemagazine.it/notizie-da/98-lazio/1653-tramonta-lipotesi-del-golf-a-villa-piccolomini-e-si-affaccia-lidea-del-social-club

marzo 2013 dal sito della Fondazione Piccolomini: Le precisazioni della Fondazione http://www.fondazionepiccolomini.it/patrimonio.html

16 giugno 2012 Cinquequotidiano   «No al campo da golf a parco Piccolomini» AURELIA – I locatari vorrebbero realizzare un circolo sportivo. Secondo Peciola (Sel) è in atto una speculazione http://www.cinquequotidiano.it/news/?id=10317

19 marzo 2012 Risoluzione n. 5   del Consiglio del Municipio 18 Roma Aurelio  (oggi XIII) nella seduta del  19.03.2012 scarica Parco Piccolomini risoluzione Municipio 19.03.2012

26 febbraio 2012 Paese sera  La protesta In difesa del parco Piccolomini
”No al campo da golf” http://www.paesesera.it/Politica/In-difesa-del-parco-Piccolomini-No-al-campo-da-golf

22 febbraio Dagospia La risposta di Alberto Manni, regista televisivo e “L’ARTICOLO DEL “FATTO” È PURO FANGO!” http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/roma-in-golf-ata-tre-lettere-sullidea-controversa-di-costruire-un-campo-di-golf-35852.htm

21 febbraio 2012 Il fatto Quotidiano Scempio a Villa Piccolomini, campo di golf affacciato su San Pietro di Marco Lillo https://shop.ilfattoquotidiano.it/author/mlillo/page/9/

_______________________________________________________________

_______________________________________________________________

proprietà piccolomini secondo fondazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...