Rassegna stampa Stadio della Roma

(WORK IN PROGRESS)

4 aprile 2015 Corriere dello Sport “Marino: Stadio Roma perchè si farà”pagina 1 pagina 2

2 aprile 2015 Roma a rischio vendita? Pallotta: stadio senza soldi, Marino: arrangiatevi Blitz quotidianoIl nuovo stadio della Roma in un rendering: diventerà realtà o la sua … dette dall’assessore all’urbanistica di Roma Giovanni Caudo, dette lunedì sera …

1 aprile 2015-04-05Insideroma (Comunicati Stampa)Stadio della Roma – L’assessore Caudo: “Non so se si far”Insideroma (Comunicati Stampa)Parole dell’assessore all’urbanistica di Roma Giovanni Caudo che ieri sera, nel centro anziani di Decima in via Roberto Lordi, ha incontrato per oltre …

Stadio della Roma, dibattito tra assessore Caudo e comitato di quartiere – Newsgo

«Tor di Valle, traffico e rischio di frane». I comitati di zona contestano il progetto – LAROMA24

26 marzo 2015-04-05 Pannes: Nel 2015 la prima pietra del nuovo Stadio della RomaPPN – Prima Pagina NewsÈ sempre utile tenere al corrente il Comune, il Sindaco in persona e l’assessore Caudo. Tutto questo ci consente di ricevere un riscontro diretto in …

24 marzo Comunicato stampa di  Mark Pannes, CEO di Stadio della Roma, risponde alle domande dopo l’incontro con il Comune di Roma 24 Marzo 2015 AS ROMA

Ci può dare un aggiornamento sul progetto Stadio della Roma a seguito del meeting di oggi presso il Comune di Roma?“Abbiamo avuto un altro incontro molto costruttivo con il Comune di Roma. Abbiamo lavorato al dossier definitivo per molto tempo e stiamo continuando a lavorare a questo progetto, che è molto complesso. Dall’inizio del processo di approvazione abbiamo incontrato una serie di aspetti: ambientali, idrogeologici, l’impatto che può avere sull’area e la sicurezza. Stiamo continuando a prendere tutti questi aspetti in considerazione e stiamo aggiornando il progetto in modo a rispondere a queste esigenze e trovare le soluzioni migliori. Stiamo in linea con la tabella di marcia con lo scopo di posare la prima pietra entro la fine del 2015 e aprire lo stadio nel 2017. Questo è il nostro percorso. L’incontro presso il Comune di Roma è stato eccellente, e come sempre è stato una conversazione molto diretta e molto chiara, che dimostra come siamo partner in questo progetto”.

Avete trovato più difficoltà di quelle che vi aspettavate?

“No. Noi ci aspettavamo che la situazione fosse così complessa: non è come costruire un solo palazzo, stiamo costruendo un ecosistema per la città di Roma che include uno stadio, un distretto per l’intrattenimento, un business park, infrastrutture pubbliche e trasporti. Cerchiamo di fare tutto in maniera rigorosa, con i migliori standard di sicurezza e nel completo rispetto dell’ambiente. Sapevamo questo sin dall’inizio e stiamo continuando a lavorare in questa direzione”.

Ci sono più problemi tecnici o burocratici?

“Non li definirei problemi: sono argomenti complessi e ci vuole tempo per risolverli. Se parlate con chiunque si occupi di temi architettonici e di costruzione e gli domandate quanto sia articolato questo processo e quanto esso richieda tempo, vi confermerà che ci stiamo muovendo molto rapidamente e che stiamo assolutamente rispettando la tabella di marcia per iniziare i lavori di posa della prima pietra nel 2015”.

6 marzo 2015-04-05 Blitz quotidianoStadio Roma Tor di Valle, Procura indaga per abuso ufficio e falso ROMA – Lo stadio della Roma a Tor di Valle finisce nel mirino della Procura … I famosi 3 grattacieli bocciati dall’Istituto nazionale di Urbanistica e che …

27 febbraio 2015-04-05 Tor di Valle, gli urbanisti: «Cubature triplicate rispetto al consentito»ForzaRoma.info«Si parla tanto del nuovo stadio della Roma – ha spiegato Domenico Cecchini, presidente regionale dell’Inu – ma in realtà siamo davanti a una …

11 gennaio 2015-04-05 Nuovo stadio, torri dell’Eur e Vele. Caudo: «Aspettiamo i progetti, si parte»laroma24.it

CORSERA (R. DO) – Stadio della Roma, torri dell’Eur, Olimpiadi, Vele. L’assessore alla Rigenerazione urbana, Giovanni Caudo, va a tutto campo sui …

STADIO ROMA Caudo: “In attesa dei progetti, ci vorranno 30 mesi” – AsRomaLive.it

Stadio della Roma, Ass. Caudo: “Aspettiamo i progetti definitivi, 30 mesi per la realizzazione” – Roma – ForumCommunity

10 gennaio 2015-04-05 AsRomaLive.itSTADIO ROMA Caudo: “In attesa dei progetti, ci vorranno 30 mesi”

AsRomaLive.it Stadio della Roma, torri dell’Eur, Olimpiadi, Vele. L’assessore alla Rigenerazione urbana, Giovanni Caudo, parla di tutti i progetti a medio e lungo …

26 dicembre 2014 Lo stadio di Caudo: «Quante bugie, ora parlo io…»laroma24.itLa chiarezza è una delle qualità immediatamente percepibili di Giovanni Caudo. Per spiegarci perché il Comune abbia ritenuto fondamentali per …

GAZZETTA DELLO SPORT Adesso parla Caudo: “Vogliamo disegnare una città nuova, migliore” – AsRomaLive.it

Caudo (Ass. Roma): “Stadio? Quante bugie…” – Libero Gossip

22 dicembre 2014 Stadio della Roma, l’assemblea capitolina dà il via libera all’interesse pubblico. L’orgoglio di Marino

Corriere di Roma News Per dare il via alla seconda fase, come ha spiegato l’assessore capitolino all’Urbanistica Giovanni Caudo, è necessario che il proponente consegni al …

La Repubblica Stadio della Roma, il Comune approva la pubblica utilità. Marino: “Spero la posa della prima pietra …

ForzaRoma.infoTra le condizioni c’è l’urbanistica e che si relizzi un ufficio che segua gli … ce ne uno che riguarda la Roma Lido che andrebbe colto nella delibera.

Stadio della Roma, Marino è arrivato in aula. Si passa alle dichiarazioni di voto – DIRETTA – ForzaRoma.info

 

PPN – Prima Pagina News Spo – Caudo: Stadio Roma non è a rischio esondazione … in una nota l`Assessore alla

STADIO ROMA: CAUDO, AREA NON E’ A RISCHIO ESONDAZIONE – AGG Globalpress

Caudo: “L’area non è a rischio esondazione” – Rai Sport

STADIO ASROMA: CAUDO A ITALIA NOSTRA, AREA NON E’ A RISCHIO ESONDAZIONE – Agenparl

17 dicembre 2014 Stadio della Roma, si attende il via libera. Marino: “Abbiamo tutte le intenzioni di lavorare nel modo …

ForzaRoma.info Domani l’inizio della discussione sullo Stadio della Roma potrebbe vedere solo la relazione sul progetto dell’assessore all’Urbanistica di Roma …

⋅ 17 dicembre 2014 Stadio della Roma, Caudo: “Per lo stadio e le opere servono 27-30 mesi. L’importante è che si voti …

ForzaRoma.info Anche l’Assessore all’Urbanistica, Giovanni Caudo, ha voluto dire la sua sulla delibera per il progetto dello Stadio della Roma.

Stadio Roma, Caudo: “Serviranno 27-30 mesi. Biglietto importante per ulteriori investimenti” – laroma24.it

Stadio Roma, è partito l’esame per attestare la pubblica utilità. Lunedi è atteso l’ok – ForzaRoma.info

STADIO ROMA Caudo: “Per fare lo stadio e le opere servono 27-30 mesi” – AsRomaLive.it

26 settembre 2014Roma, obiettivo su nuovo stadio e FlaminioIstituto Nazionale di UrbanisticaIl nuovo stadio della Roma e la riqualificazione della caserma di via Guido Reni sono forse i progetti principali su cui, nei prossimi anni, ruoterà una ..

10 settembre 2014 Lazio News 24 Stadio, Panecaldo: “Ci sono una serie di aree pubbliche per il nuovo impianto”

9 Settembre 2014STADIO AS ROMA, Pancalli: “Fatto un lavoro straordinario. Complimenti a Marino e Caudo” As Roma Ultras

 

Testata mobile del sito del Comune di Roma 5 settembre 2014

Testata mobile del sito del Comune di Roma 5 settembre 2014

 

 

7 settembre 2014     Corriere della Sera: «Stadio, Lotito rispetti la legge» L’assessore Caudo: Pallotta fa uffici, lui vuole case su aree agricole. Privati e riqualificazione della città: «Due miliardi di investimenti» di Alessandro Capponi http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_07/stadio-lotito-rispetti-legge-bcd898da-3667-11e4-b5da-50af8bd37951.shtml

7 settembre 2014 STADIO DELLA ROMA: l’intervista a Paolo Berdini sul Messaggero: Stadio Roma, Berdini: ”Ecomostro nel deserto urbano tradita la normativa sugli stadi” http://www.laroma24.it/rubriche/la-penna-degli-altri/2014/09/stadio-roma-berdini-ecomostro-nel-deserto-urbano-tradita-la-normativa-sugli-stadi/

5 settembre 2014     STADIO ROMA Panecaldo (PD): “E’ stato capito il lavoro svolto dal Comune. Ai romani non costerà …AsRomaLive.it


Stadio Roma, Morassut: bene attenzione Pd a urbanistica
ilVelino/AGV NEWS


“Bene che il Pd abbia stabilito di esercitare attenzione all’operazione urbanistica di Tor di Valle. È importante che se si decide di fare una variante così … AS Roma Radio


STADIO AS ROMA, prima la rottura poi l’accordo. E Pannes sbotta: cose mai viste
AS Roma Radio Mercoledì notte, via del Turismo, assessorato all’Urbanistica di Roma Capitale, due passi da Palombini, salotto buono dell’Eur. Lì dentro, già da

Stadio Roma, deliberato l’Interesse pubblico dalla giunta. Caudo: “La proprietà è della Roma”

Insideroma

L’assessore Giovanni Caudo: “320 milioni stanziati per le opere di urbanizzazione, di cui 195 di interesse pubblico, esterne allo stadio. La proprietà …

5 settembre 2014 la Delibera  pubblicata sul quotidiano Il Tempo, nella sezione del sito dedicata allo Sport

4 settembre 2014 Corriere dello Sport Stadio Roma, la Giunta comunale riconosce il pubblico interesse

4 sett. messaggero http://www.gazzettagiallorossa.it/2014/09/il-messaggero-caso-su-tor-di-valle-paletti-anti-speculazione-ma-rischio-ecomostro/

4 settembre La Repubblica Stadio della Roma, Pallotta: “Nodo proprietà ridicolo”. Ed è rottura col Comune Trattativa fino alla notte. Il patron non accetta la clausola rescissoria da 160 milioni di euro in caso di cessione dell’impianto a soggetti diversi dal club
di PAOLO BOCCACCI

4 settembre     Tredicine, positiva riunione con caudo su Stadio Roma  “Il confronto appena conclusosi tra l’opposizione e l’assessore Caudo, che ringrazio per la disponibilità dimostrata, è stato, nel …

4 settembre STADIO ROMA Panecaldo (PD): “Pallotta deve avere rispetto per Roma, noi stiamo cercando di … AsRomaLive.it Dopo le parole di questa mattina di James Pallotta, in molti hanno voluto rispondere riguardo la questione stadio della Roma, l’ultimo in ordine …

Stadio della Roma, giovedì l’ok della Giunta: da Caudo e maggioranza arriva il via libera

L’incontro tra l’assessore alla Trasformazione Urbana Giovanni Caudo e la maggioranza ha avuto un esito positivo: “Ok alla pubblica utilità”.
4 settembre 2014 Stadio Roma, Marroni critica e Cosentino replica: “Non è la posizione del Pd”

4 settembre 2014 STADIO ASROMA: MARRONI (PD), SORPRESO DA DICHIARAZIONE COSENTINO SU PROPRIETA’ SOCIETA’ (AGENPARL) –

Roma, 04 set – Sono molto sorpreso dalla dichiarazione del segretario Cosentino, in quanto alla riunione a cui non ho partecipato perché impossibilitato, ma che è stata preceduta da unnostro colloquio telefonico, mi risulta siano emersi oltre al giusto sostegno alla realizzazione dello stadio della Roma anche le obiezioni sul tema della proprietà e delle opere pubbliche, in particolare quelle connesse alla mobilità, come peraltro riportato in dichiarazioni pubbliche dello stesso Cosentino e di molti esponenti del PD partecipanti all’incontro. Una questione, quella della proprietà dello stadio da parte di AS Roma, a fronte di un’inedita e consistente variante di perequazione da un milione di metri cubi, che pur registrando passi avanti non è stata ancora pienamente risolta e che mi auguro, come ho dichiarato, possa trovare soluzione nei prossimi passaggi garantendo l’interesse della città e della squadra della capitale oltre alle legittime aspettative dei soggetti privati proponenti. Forse se posso dare un consiglio sul metodo invece di surreali diktat e di una discussione balneare a ridosso dell’approvazione in giunta sarebbe stato utile promuovere un confronto nel partito e nella società in tempi più consoni ad un’operazione urbanistica così importante e strategica per Roma, permettendo anche al sindaco e agli assessori competenti di acquisire in tempi utili le indicazioni del partito di maggioranza in modo da rafforzare il ruolo del Comune nella trattativa con i privati”. Così in una nota il deputato PD Umberto Marroni, membro della Commissione Ambiente, Urbanista e Lavori Pubblici della Camera

3 settembre 2014      RomaToday
Stadio della Roma, giovedì l’ok della Giunta: da Caudo e maggioranza arriva il via libera
L’incontro tra l’assessore alla Trasformazione Urbana Giovanni Caudo e la maggioranza ha avuto un esito positivo: “Ok alla pubblica utilità”.

3 SETTEMBRE il Fatto quotidiano Stadio Roma, l’interesse è tutto privato: per Parnasi guadagni fino a 800 milioni
Nell’area dell’ex ippodromo di Tor di Valle “la realizzazione di una struttura importante come uno stadio – spiegano gli addetti ai lavori – riqualificando urbanisticamente tutta la zona, potrebbe far lievitare i canoni, fino al livello di quelli dell’Eur”. Domani il Comune di Roma è chiamato a pronunciarsi sull’interesse pubblico dell’opera di Marco Pasciuti | 3 settembre 2014 http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/09/03/stadio-roma-linteresse-e-tutto-privato-per-parnasi-guadagni-fino-a-800-milioni/1106897/

3 settembre 2014 Di che cosa dovremmo parlare quando parliamo del Nuovo Stadio della Roma? di Rossella Marchini e Antonello Sotgia http://www.dinamopress.it/news/di-che-cosa-dovremmo-parlare-quando-parliamo-del-nuovo-stadio-della-roma

3 settembre      Tor di Valle, tutti gli ostacoli: diritti della Roma e trasporti
Inu – Istituto Nazionale di Urbanistica ⋅ Andrea Confermate le indiscrezioni, sul nuovo stadio della Roma le richieste della maggioranza si concentrano sulla proprietà e sul grado elevato di …

d di repubblica 2 settembre

2 settembre 2014
Stadio AS Roma: Tor di Valle, area inadatta per un’opera di queste dimensioni. Lo dichiara l’urbanista Paolo Berdini.

1 settembre 2014 STADIO ROMA, Masini e Veloccia: “Sarà un’opera per tutta la città, bisogna risolvere il nodo della viabilità”

29 AGOSTO 2014 Roma: sindacati, Prg da rispettare ma stadio va fatto

29 agosto CORRIERE DELLA SERA Stadio della Roma. Vertice Caudo-partiti Pd, ancora litigi AsRomaLive.it E se da una parte l’assessore Giovanni Caudo ha incontrato assessori e i gruppi di Centro democratico e Sel (per il capogruppo Gianluca Peciola «il ...

25 agosto 2014      Cinque Quotidiano
STADIO ROMA Marino: “Investimenti privati di circa un miliardo e mezzo”. Caudo: “60 milioni … AsRomaLive.it
Partita vinta in trasferta a New York per il sindaco di Roma e il suo assessore alla Trasformazione Urbana. Ignazio Marino e Giovanni Caudo hanno …

Masterplan Tampere, Finland, Daniel Libeskind http://daniel-libeskind.com

Masterplan Tampere, Finland, Daniel Libeskind http://daniel-libeskind.com

25

 

a

 

 

 

Ecco il

Il Corriere  22 ago 2014

Stadio a Tor di Valle, presentata la variante al … – RomaLa Repubblica 19 ago 2014 – … con l’integrazione che era stata richiesta dai lavori delle conferenze dei servizi. … A seguito della intervenuta interruzione dei termini della procedura, la nuova data entro la … E di stadio parleranno a New York venerdì 22 agosto il presidente della Roma James … Riproduzione riservata 19 agosto 2014.Oggi il presidente della squadra giallorossa incontra a New York il sindaco e l’assessore Caudo. Marino: «Opportunità unica per la città» …

agosto 2014 The brief PLAN  Tre domande al costruttore romano ad Parsitalia. “Dopo l’ok della giunta Marino servirà un grande lavoro di project management” Stadio AS Roma, il costruttore Parnasi spiega perché sono stati scelti Meis e Libeskind di Paola Pierotti | 

____________________________________________________

I PRECEDENTI (dall’inizio)

Giovedì 27 Ottobre 2011  Messaggero http://www.ilmessaggero.it/home_sport/calcio/roma_unicredit_s_ad_azionisti_cinesi_dibenedetto_faremo_squadra_pi_forte/notizie/167938.shtml

Roma, Unicredit: sì ad azionisti cinesi DiBenedetto: faremo squadra più forte Baldini: il contratto di De Rossi è una delle mie priorità. Nominati i 13 componenti del nuovo cda

ROMA – «Sono onorato di svolgere il ruolo di presidente di questa assemblea. È sorprendete il livello e l’amore dei tifosi della Roma. Voglio assicurare che il gruppo dei miei soci statunitensi ed UniCredit stanno lavorando duramente per rendere la Roma più forte ed efficiente a livello di squadra e di staff tecnico». Così Thomas DiBenedetto ha aperto l’assemblea degli azionisti della Roma, nel centro sportivo di Trigoria. L’assemblea, oltre a procedere all’approvazione del bilancio chiuso al 30 giugno 2011 (con una perdita vicina ai 31 milioni di euro) e alla nomina dei componenti del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale, ha formalizzato anche l’elezione a presidente di DiBenedetto.

Sono stati nominati i componenti del nuovo cda che sarà composto da 13 membri, otto per gli americani e cinque per UniCredit. Per il consorzio Usa, oltre a DiBenedetto e agli altri soci (Pallotta, Ruane e D’Amore), ci saranno gli avvocati Joe Tacopina e Mauro Baldissoni, Claudio Fenucci (ad del club) e Andrea Gabrielle (manager della Neptune Web, società che si occupa di web site); in quota UniCredit invece ci saranno Paolo Fiorentino, Roberto Cappelli, Giuseppe Marra, Bernardo Mingrone, con la quota rosa occupata dall’avvocato Benedetta Navarra. Per la determinazione delle altre cariche (due vice presidenti: Joe Tacopina per gli americani e Roberto Cappelli per UniCredit), la definizione delle deleghe e dei poteri, e le remunerazioni per DiBenedetto e per i consiglieri (che non potranno sforare il tetto del milione e 280 mila euro complessivi) servirà invece attendere il cda di domani.

«Sia ad Unicredit che ai nostri amici americani piacerebbe avere tra gli azionisti anche un gruppo cinese. In questo modo avremmo maggiore apertura su altri mercati». Lo ha detto il vicedirettore generale di UniCredit, Paolo Fiorentino, rispondendo sulla possibilità di cedere una parte della quota dell’istituto di Piazza Cordusio (attualmente al 40%) a un fondo sovrano cinese.

«Non è stato ancora scelto esattamente un terreno per costruire lo stadio. Ma la questione stadio sarà una delle prime cose che verranno affrontate dalla nuova dirigenza – ha detto il consigliere dell’As Roma, Roberto Capelli – Nell’arco dei prossimi tre anni sono previsti aumenti di capitale per 80 milioni, solo nel caso in cui la società ne avesse bisogno: 50 per il primo anni 10 per il seconde 20 per il terzo anno».

«De Rossi? Ci sono già stati un paio di appuntamenti con il suo procuratore. È una delle mie priorità e ci sono altri colloqui in corso. Nel giro di un paio di settimane se ne potrà sapere qualcosa in più – ha detto il direttore generale della Roma, Franco Baldini – Il progetto giovani va avanti. La Roma crede nei giovani. L’obiettivo finale della Roma sarà integrare sempre più la rosa della Roma con i giovani della Primavera». La società deve cambiare mentalità sotto tutti i punti di vista, prima di tutto in campo. «Bisogna avere un atteggiamento sempre meno all’italiana, sempre meno passivo e sempre propositivo». Giovedì 27 Ottobre 2011 – 18:23

 

http://tuttiincurva.altervista.org/sito/stadio-dei-sogni-la-roma-ci-riprova/

Stadio dei sogni la Roma ci riprova

10 dicembre 2013   Ultime NewsUno stadio moderno pronto per una finale di Champions, da tenere aperto tutta la settimana per ospitare anche concerti ed eventi culturali, con una capienza base da 52mila posti espandibile a 60mila. Dentro una curva tutta unita a strapiombo modello Borussia Dortmund, ristoranti, negozi, il museo, un corridoio riservato alle vecchie glorie della Hall of Fame.

Fuori nessuna speculazione edilizia, ma strutture commerciali annesse all’impianto (un Nike Store ad esempio), i campi d’allenamento, parcheggi, strade comode per raggiungerlo e una stazione ferroviaria rimodernata.

Ecco lo stadio dei sogni che la Roma ha presentato ieri al sindaco, in attesa del lancio ufficiale del progetto al momento programmato per gennaio. L’obiettivo è costruirlo a Tor di Valle per il 2016-17 ma si viaggia già in ritardo di sei mesi nella tabella di marcia. «È solo un punto di partenza» sottolinea Ignazio Marino, dopo aver ricevuto in mattinata l’ampia delegazione giallorossa nella Sala delle Bandiere al Campidoglio. È stato Pallotta in persona a spiegare – in inglese – le 40 slide mostrate durante l’incontro durato un’ora abbondante. Al fianco del presidente Pannes e Barror di Raptor, l’architetto Dan Meis e due collaboratori che hanno posato al centro del tavolo il mockup (il modello in plastica) dell’impianto, il costruttore Parnasi e i suoi uomini, i dirigenti romanisti Zanzi e Baldissoni e il responsabile dell’archivio D’Urbano. Dall’altra parte la squadra del sindaco, composta, fra gli altri, dagli assessori Pancalli, Caudo e il caposegreteria Foschi.

Telefoni spenti, invito alla riservatezza e l’intento comune di arrivare a dama il prima possibile. Durante la presentazione sono intervenuti anche Meis e Pannes, quest’ultimo ormai da mesi il vero «capo» del progetto che viene portato avanti a Boston e non più a Trigoria: a breve verrà costituita una Newco ad hoc, intanto la comunicazione è stata affidata a una società del settore americana. L’ad uscente Fenucci, una volta responsabile dello stadio, ieri era assente.

Sembra che la Roma americana abbia colto nel segno in questo primo approccio con la giunta di Marino, ma c’è la consapevolezza del lungo iter burocratico da superare. E che dovrà passare anche per la Regione, qualora fosse necessaria una variante al piano regolatore. Ma finora Zingaretti & Co. non sono stati coinvolti.

Intanto Marino è rimasto «colpito dall’entusiasmo della Roma e dalle caratteristiche del nuovo stadio. È avveniristico, straordinariamente organizzato come accessi e come disegno architettonico. È certamente l’impianto più avanzato che possa essere immaginato nel nostro continente – dice il sindaco – e non ho nulla in contrario. Ora ho dato incarico ai due assessori di effettuare una rigorosa valutazione sulla realizzabilità dell’opera che può rappresentare un’occasione per la città».

Pallotta ci crede. «Siamo sulla strada giusta e siamo tutti ottimisti, è un progetto eccitante ma c’è ancora tanto lavoro da fare» riconosce il presidente, che ha regalato al sindaco una maglietta di Totti e un gagliardetto e in cambio ha avuto in dono una medaglia commemorativa.

A Tor di Valle bisogna intervenire anche sulla infrastrutture ma i soldi chi li mette? «È un progetto privato – ricorda Parnasi – lo stadio si deve costruire ma non so quando sarà posata la prima pietra». Prossimo step l’incontro con l’assessore Caudo per la valutazione complessiva del progetto. A gennaio, forse, i tifosi si faranno un’idea sulla loro nuova «casa» dopo le bozze mostrate da Il Tempo . Il sogno di Viola, Sensi e ora degli americani può diventare realtà. Ma quando?

13 dicembre 2013CAUDO (Ass. Urbanistica): “I tifosi rimarranno affascinati dal nuovo stadio” di : Lorenzo Cristofaro GAZZETTA DELLO SPORT Questione stadio, l’assessore Caudo ..Gazzetta Giallo Rossa(C. Zucchelli) Dopo le parole dell’assessore allo Sport, Pancalli, che un paio di giorni fa aveva definito il progetto dello stadio della Roma come «il più …

26/02/2014 Roma: Garcia carica la squadra. Intanto UniCredit… L’allenatore giallorosso mette da parte le polemiche e chiede risposte sul campo alla squadra.

http://www.calcionews24.com/roma-garcia-carica-la-squadra-intanto-unicredit-369957.html

ROMA GARCIA – Non mancheranno gli stimoli alla Roma in vista della sfida contro l’Inter: certo mezzo stadio sarà chiuso, ma le motivazioni ci sono. Rudi Garcia ieri ha tenuto a colloquio la squadra, invitandola a lasciar perdere i discorsi sugli arbitri e le curve e a concentrarsi piuttosto sul campo, perché le sfide vanno chiuse il prima possibile. A non mancare, però, sono anche gli infortunati: Francesco Totti potrebbe andare in panchina, mentre Alessandro Florenzi difficilmente sarà disponibile. Maicon, Balzaretti e Dodò, come noto, sono ancora fuori dai giochi.

STADIO E SOCIETA’ – Nel frattempo, come riportato da “La Gazzetta dello Sport”, è intervenuto il vice direttore generale di UniCredit, che ha parlato dello stadio e del possibile ingresso di Chen Feng: «Il nuovo stadio dà valore alla società, ma lo sta portando avanti Pallotta, noi non siamo coinvolti e anche sulla parte finanziaria ci siamo abbastanza tirati fuori. Chen Feng? Non abbiamo fretta, non ci sono particolari novità», ha dichiarato Fiorentino.by Silvana Palazzo  Twitter: @silvpalazzo

26/mar/2014 Repubblic Roma, lo stadio ispirato al Colosseo: “Impianto da 52mila …roma.repubblica.it/…/roma_pallotta_presenta_il_nuovo_stadio_impianto…

– L’impianto sorgerà nell‘area di Tor di Valle, al posto del vecchio ippodromo del trotto. Per ammissione … “Noi abbiamo chiesto che allo stadio si arrivi con la metropolitana e dunque di prolungare la linea B da Magliana fino a Tor di Valle. La linea B in quel tratto è di superficie. Immaginiamo che entri …

·26/mar/2014   Stadio Roma Caudo: “Prolungare la linea B”. Tredicine …

http://www.corrieregiallorosso.com/…/stadio-roma-caudo-prolungare-la-linea-…  “Noi abbiamo chiesto che allo stadio si arrivi con la metropolitana e dunque di prolungare la linea B da Magliana fino a Tor di Valle. La linea B in quel tratto edi superficie. Immaginiamo che entri nell‘area dello stadio, attraversi il Tevere e faccia capolinea a Muratella. Sono opere che devono finanziare i …

27/mar/2014· Parnasi: «Rispetteremo i tempi» » LaRoma24.it – Tutte le …

http://www.laroma24.it/rubriche/la-penna-degli…/parnasi-rispetteremo-i-tempi/

– L’idea è quella di giocare la stagione 2016/17 nel nuovo stadio. … «Noi abbiamo chiesto che allo stadio si arrivi con la metropolitana e dunque di prolungare la linea B da Magliana fino a Tor di Valle. La linea B in quel tratto è di superficie. Immaginiamo che entri nell‘area dello stadio, attraversi il Tevere e …

· http://www.lestradedellinformazione.it/site/home/rubriche/le-strade-della-cultura/articolo14951.html

ROMA | Metropolitana: A, B – Page 455 – SkyscraperCity

http://www.skyscrapercity.com › … › Trasporti urbani e metropolitani

24/mar/2014 – 20 post – ‎14 autori

A quanto pare no, perché la linea di produzione dei CAF S300 (il modello attualmente circolante) è … Comunque: il pedaggio nell‘anello è datato a Gennaio 2017… Con ….. “Noi abbiamo chiesto che allo stadio si arrivi con la metropolitana e dunque di prolungare la linea B da Magliana fino a Tor di Valle.

27.03.2014 Stadio Roma, Caudo: “Più facile identificare i tifosi” di Andrea Fondato  L’assessore alla Trasformazione Urbanistica di Roma, Giovanni Caudo, è intervenuto ai microfoni di Radio Popolare Roma, parlando del nuovo stadio della Roma, appena presentato dalla società giallorossa in campidoglio. Queste le sue parole. “Ho apprezzato molto la soluzione progettuale dell’architetto Dan Meis per la Curva Sud dello Stadio della AS Roma, è particolarmente maliziosa l’idea di separare dal resto degli spalti lo spazio dei tifosi giallorossi, una soluzione tecnica particolarmente originale che consentirà una facile identificazione dei tifosi”.

Stadio Roma: Caudo, una ”finestra” per condivisione pubblica progetto (ASCA) – Roma, 26 mar 2014 – ”Concordo con quanto affermato dal Vice Presidente di Legambiente Edoardo Zanchini in merito alla richiesta di aprire un dibattito pubblico sul progetto dello Stadio della AS Roma presentato questa mattina in Campidoglio dalla societa’ giallorossa. Confermo, come gia’ sottolineato questa mattina, che l’amministrazione capitolina aprira’ una finestra di condivisione pubblica del progetto fin da subito. Finestra, che ricordo, non e’ prevista dalla legge, ma che abbiamo scelto come strumento di partecipazione”. Cosi’ in una nota l’assessore alla Trasformazione urbana, Giovanni Caudo. bet/mau

28.05.2014  Stadio Roma, Caudo: “Attendiamo lo studio di fattibilità”«Stiamo aspettando lo studio di fattibilità, che è l’atto con cui parte la procedura così come previsto dall’articolo della legge di Stabilità che si occupa degli stadi. Non abbiamo avuto ancora la consegna di questo studio, quindi non ci sono novità

giovedì 29 maggio, 2014 15:09 Stadio, Caudo: “E’ iniziata la prima fase. Il progetto consegnato comprende anche opere non legate direttamente allo stadio”

 Roma, presentato in Campidoglio il dossier del nuovo stadio

29 maggio 2014 Il sole 24ore Stadio della Roma, depositato in Campidoglio lo studio di fattibilità

 

http://www.gazzetta.it/…/Roma/…/roma-presentato-campidoglio-dossier-nuovo…

29/mag/2014 – Roma, presentato in Campidoglio il dossier del nuovo stadio … in Comune lo studio di fattibilità del nuovo stadio che sorgerà a Tor di Valle. … l’assessore alla Mobilità del comune di Roma, Giovanni Caudo, a Teleradiostereo.

Calcio: Caudo, progetto nuovo stadio in visione alla Casa della Citta’http://www.asca.it/newsregioni-Calcio__Caudo__progetto_nuovo_stadio_in_visione_alla_Casa_della_Citta_-1401676-Lazio.html

04 Luglio 2014 – 12:35

(ASCA) – Roma, 4 lug 2014 – ”Da oggi, 4 luglio, nella Casa della Citta’ Largo Giovanni da Verrazzano 7 sara’ possibile per tutti i cittadini prendere visione del progetto del Nuovo Stadio della As Roma. Come preannunciato nella conferenza stampa di presentazione del il progetto, il masterplan dello Stadio e’ ora a disposizione di tutta la citta’. La Casa della Citta’ e’ un luogo dedicato ai grandi progetti di trasformazione urbana promossi dall’amministrazione capitolina o da operatori privati, come nel caso dello Nuovo Stadio della As Roma. La legge sugli stadi prevede che entro 90 giorni il Comune si esprima sulla fattibilita’ del progetto. Nel corso di questo periodo, i cittadini potranno avere accesso a tutte le informazioni tecniche che i promotori del progetto hanno presentato a Roma Capitale”. Lo ha dichiarato Giovanni Caudo, assessore alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale. bet/res

 

http://www.insideroma.com/news/rassegna-stampa/Stadio-della-Roma,-Marino:-“Ok-ad-inizio-agosto”-id.24400

Stadio della Roma, Marino: “Ok ad inizio agosto”

Redazione 05-07-2014 – Ore 12:15

| | 0 Commenti →

 

Una spesa complessiva a carico dei privati da 287 milioni di euro. Nessun euro sborsato dal Comune, come ribadito fin dal primo giorno dal Campidoglio. Lo stadio della Roma, e tutto quello che verrà costruito intorno, da ieri è a disposizione dei cittadini: su precisa indicazione dell’amministrazione capitolina, il progetto firmato dall’architetto Dan Meis è il fiore all’occhiello della «Casa della città», spazio all’interno del Dipartimento del Patrimonio in cui vengono esposte tutte le novità urbanistiche della città. Quella che desta più attenzione è proprio l’impianto della Roma, con i lavori che, nelle intenzioni della proprietà, dovrebbero partire in primavera. Prima però serve l’ok della commissione inter-assessoriale, l’intenzione del Campidoglio è quella di accelerare i tempi: «Il nostro impegno è quello di completare un esame rigoroso in meno tempo rispetto ai 90 giorni (il termine scade il 27 agosto, ndr) previsti dalla legge — ha ammesso il sindaco Marino — . Immaginiamo invece di ultimare la parte istruttoria in meno di 70 giorni, certamente senza nessuna scorciatoia rispetto a quello che è l’interesse pubblico».

ESTATE CALDA  Dello stesso avviso di Marino anche l’assessore all’Urbanistica Caudo: «Noi dobbiamo consegnare l’esame entro il 27 agosto, ma stiamo già facendo la richiesta per la conferenza preliminare dei servizi che pensiamo di fare entro fine luglio». Sarà un’estate di lavoro, a cui poi seguirà un autunno altrettanto caldo, quando ci sarà la conferenza dei servizi vera e propria, che durerà fino a 180 giorni visto che, come sembra, sarà necessaria una variante urbanistica.

PARNASI SERENO  L’impianto sarà costituito da 60.218 posti, 93 milioni serviranno per le opere stradali, quasi 60 per i parcheggi, mentre le «connessioni esterne» dovrebbero costare complessivamente 64,5 milioni. Nessuna preoccupazione apparente, inoltre, filtra per il fallimento della Sais, società che ha venduto l’area di Tor di Valle alla Eurnova di Luca Parnasi. A confermarlo è lo stesso Parnasi: «Siamo legittimamente proprietari, non ci sarà alcun problema». Le parole di Parnasi strappano un sorriso a Pallotta e un altro a Marino: a rendere sereno il sindaco, come ha confidato al presidente nell’incontro di qualche settimana fa negli Usa, il fatto che grazie ai privati verrà riqualificata un’intera area. E verranno creati anche migliaia di posti di lavoro.

http://www.asromalive.it/2014/07/corriere-sera-stadio-tor-valle-progetto-visibile-tutti-mercato-sfida-per-rabiot/

CORRIERE DELLA SERA Nuovo stadio a Tor di Valle progetto visibile a tutti. Sul mercato, sfida per Rabiot

<img class=”size-medium wp-image-83918 colorbox-83962″ src=”http://www.asromalive.it/wp-content/uploads/2014/07/marino1-475×282.jpg” alt=”marino1 475×282 CORRIERE DELLA SERA Nuovo stadio a Tor di Valle progetto visibile a tutti. Sul mercato, sfida per Rabiot ” width=”475″ height=”282″ title=”CORRIERE DELLA SERA Nuovo stadio a Tor di Valle progetto visibile a tutti. Sul mercato, sfida per Rabiot ” />

(G. Piacentini) «Roma è una città metropolitana che deve andare più veloce delle altre città europee». Va di corsa il sindaco Ignazio Marino, presente ieri mattina in Piazza Giovanni da Verrazzano insieme al vicesindaco Luigi Nieri e all’assessore per la Trasformazione Urbana, Giovanni Caudo, per l’inaugurazione de «La casa della città», la struttura nata per presentare ai cittadini romani i grandi progetti di interesse pubblico.

Tra questi c’è quello del nuovo stadio della Roma, che sorgerà a Tor di Valle e il cui progetto da ieri è visibile all’interno dello spazio in cui ci saranno il plastico (già presentato in Campidoglio) ma anche i video e tutti i materiali relativi allo studio di fattibilità. Che durerà meno rispetto ai 90 giorni previsti dalla legge. A prometterlo è il primo cittadino. «Il nostro impegno – ha proseguito Marino – è quello di completare un esame rigoroso e di ultimare la parte istruttoria in meno di 70 giorni, certamente senza nessuna scorciatoia rispetto a quello che è l’interesse pubblico: un tempo, inferiore del 25% a quello che la legge ci concede». Presente anche Luca Parnasi, proprietario del terreno su cui sorgerà lo stadio, acquistato dalla Eurnova per 42 milioni di euro dalla Sais, poi fallita. «Siamo legittimamente proprietari – le parole del project manager – non ci sarà alcun problema. Non devo dire io se lo stadio si farà o meno, ma ce la stiamo mettendo tutta per il bene della Roma e dei tifosi».

Dallo studio di fattibilità emergono alcuni particolari del progetto: 270 milioni è la somma dei costi complessivi per le opere di urbanizzazione; 93 per le opere stradali, 60 per i parcheggi, 64.5 per i collegamenti esterni, di cui circa 40 per il nuovo ponte sul Tevere che dovrà collegare l’autostrada Roma-Fiumicino e via Ostiense. La proprietà della Roma investirà al massimo 50 milioni di euro, i restanti 220 saranno «compensati» con la realizzazione di un’area commerciale (Business Park) che non prevede nuovi complessi di edilizia residenziale ma comunque due alberghi.

Capitolo mercato: è duello a tre con Juventus e Inter per centrocampista diciannovenne del Psg, Adrien Rabiot. «Spero che resti a Parigi», le parole del suo tecnico Blanc. Per la fascia sinistra in difesa è tornato in auge il nome di Ashley Cole, svincolato dal Chelsea, mentre per l’attacco resta caldo Douglas Costa. Sembra sfumato definitivamente Cuadrado: il Manchester United avrebbe pronta un’offerta da 50 milioni. Ufficiali i trasferimenti di D’Alessandro all’Atalanta a titolo definitivo per 2 milioni e quello in prestito oneroso (1 milione) di Marquinho all’Itthad.

 

5 luglio 2014 http://www.primapress.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=15538:fiera-di-roma-il-progetto-di-riqualificazione-della-sede-storica-e-prontoFIERA DI ROMA, IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA SEDE STORICA È PRONTO

Luglio 5, 2014

Scritto da RED ROMA

 

(PRIMAPRESS) ROMA – La Fiera di Roma, come ente prima che come struttura, sta vivendo giorni da otto volante. Sulle stelle per l’accordo di internazionalizzazione triennale, sponsorizzato anche da Regione Lazio, con obiettivi ed eventi in Cina e verso il baratro, invece, per le problematiche economiche dovute, anche, all’annosa questione della sede storica di via Cristoforo Colombo. Sembra si possa però ritornare in alto dopo le dichiarazioni dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo, che ha confermato come il progetto di riqualificazione dell’area sia pronto, dando anche specifiche tecniche sulle percentuali di residenziale e commerciale prevedendo, nel complesso, costruzioni per una superfice di 74.000 mq (mentre l’ultimo piano, quello a firma Alemanno, arrivava a 93.000). Si parla poi di un concorso di idee per la realizzazione e del coinvolgimento di “archi-star”, notizie che non possono che far piacere all’amministratore Unico di Fiera di Roma Mauro Mannocchi: “Desidero ringraziare l’assessore Giovanni Caudo per il forte impegno profuso nel risolvere rapidamente una problematica incagliata da anni relativa alla valorizzazione del vecchio polo fieristico di via Colombo. Auspico che la sensibilità dimostrata dalla Giunta sia il segnale di un rinnovato impegno da parte dell’amministrazione capitolina per il rilancio progettuale di Fiera Roma. Alla luce anche del recente accordo tra la Regione Lazio e Fiera Roma, sul piano triennale di internazionalizzazione, – conclude Mannocchi – l’attività propulsiva e convergente dei soci istituzionali sarà essenziale per promuovere il potenziale, ancora largamente inespresso, dalla nostra piattaforma fieristica, come importante elemento di sviluppo del territorio e del ‘brand’ Roma”. (PRIMAPRESS)

 

5 luglio 2014-07-20Infrastrutture più costose Mancano 220 milioni http://www.iltempo.it/sport/calcio/2014/07/05/infrastrutture-piu-costose-mancano-220-milioni-1.1267839?localLinksEnabled=false

Erika Menghi Per un’opera che non si riveli una cattedrale nel deserto servono grossi investimenti che la Roma aveva messo in conto, ma all’appello mancano 220 milioni. Lo stadio che sorgerà a Tor…

 

Per un’opera che non si riveli una cattedrale nel deserto servono grossi investimenti che la Roma aveva messo in conto, ma all’appello mancano 220 milioni. Lo stadio che sorgerà a Tor di Valle costa meno delle infrastrutture necessarie per permettere di arrivarci agevolmente. «La stima sommaria dei costi complessivi delle urbanizzazioni funzionali alla costruzione del nuovo impianto è di circa 270 milioni di euro», recita la documentazione ufficiale resa pubblica ieri e consultabile presso la Casa della città, struttura in vetro inaugurata per favorire il dialogo tra il Comune e i cittadini. Per le opere stradali ne serviranno 93, quasi 60 per i 207 mila metri quadri di parcheggio, estendibili a 229, e 64.5 per le «connessioni esterne», 40 dei quali per il ponte sul Tevere che collegherà la via Ostiense con l’autostrada Roma-Fiumicino. La Roma e i finanziatori provvederanno a pagare circa 50 (cifra da definire) dei 270 milioni previsti, mentre i restanti 220 arriveranno dallo sfruttamento dell’area a scopi commerciali e immobiliari (un Business Park in cui sorgeranno due alberghi).

Il Comune non spenderà un centesimo. Per la costruzione delle opere private è invece prevista una spesa di 341 milioni di euro: 254 per lo stadio, 7 per la nuova Trigoria e 75 per gli spazi commerciali. Il totale? Non il miliardo di euro declamato dal sindaco Marino, ma i circa 600 milioni stimati da Pallotta. Nello studio di fattibilità mostrato nei tablet espositivi si parla di uno stadio da 60.218 posti e viene assicurato che il fallimento della Sais, società che ha venduto l’area alla Eurnova di Luca Parnasi, non inciderà sulla realizzazione. «Dobbiamo consegnare l’esame entro il 27 agosto, ma stiamo già facendo la richiesta per la conferenza dei servizi entro fine luglio», ha promesso l’assessore Giovanni Caudo. Anche il sindaco ha fretta: «Immaginiamo di ultimare la parte istruttoria in meno di 70 giorni, un tempo del 25% inferiore a quello che la legge ci concede, ma senza nessuna scorciatoia».

Erika Menghi

6luglio 2014

Romanews.eu

StadioRoma, Caudo (ass. all’urbanistica): “Il progetto si concluderà il 27 agosto. Rispetteremo la …

Il Giallorosso

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Giovanni Caudo, ha parlato ai microfoni di un’emittente radiofonica romana. Queste le sue parole:.

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://www.infobuild.it/2014/07/casa-della-citta-la-trasparenza-dei-progetti-romani/&ct=ga&cd=CAEYASoUMTU4NTkzOTAwMTE3NDkyNDA1NDMyGTNlZDYxMjAzNmM3NDkyYjk6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNFVb_coG8vKO8cmP8UcQGQ2PxnHXQInfobuild

“Casa della città”, la trasparenza dei progetti romani

Infobuild – Ignazio Marino, sindaco di Roma, in accordo con il vicesindaco Luigi Nieri e l’assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo, hanno inaugurato nella …

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://www.romatoday.it/politica/nuovo-stadio-roma-quanto-costa.html&ct=ga&cd=CAEYAioUMTU4NTkzOTAwMTE3NDkyNDA1NDMyGTNlZDYxMjAzNmM3NDkyYjk6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNHc8U3pu0aOouDFp18T1l_UIMGWQQRomaToday

Stadio della Roma: sul piatto un miliardo di euro tra servizi, uffici e struttura

RomaToday

Le scadenze le ha elencate l’assessore alla Trasformazione Urbana Giovanni Caudo nel corso del tg della radio romanista Teleradiostereo che una ..

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://www.rinnovabili.it/smart-city/roma-immobili-abbandonati-addio-grazie-al-progetto-tutor-567/&ct=ga&cd=CAEYASoUMTE2MzQ5ODY2MzE4ODU4NDYxMjAyGTYzYjczZWFmNTdjNTdiODE6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNEkEXn6mGx47Aa1RD7UtFLkt4QgfgRinnovabili

Stadio della Roma, Caudo: “Stiamo cercando di rispettare la scadenza dei 70 giorni. In 24 mesi … Voce Giallorossa

Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, è intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo. Ecco le sue parole.
CUCS – Il cuore degli ultrà

Corriere Giallorosso

Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma Capitale, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni di TeleRadioStereo: L’iter è …

STADIOROMACaudo: “Cercheremo di rispettare la scadenza dei 70 giorni. Può essere realizzato …

Sportivissimo.Me

Assessore Giovanni Caudo Parla Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, in merito al nuovo Stadio della Roma. Queste le …

Stadio della Roma, Caudo: “Stiamo cercando di rispettare la scadenza dei 70 giorni. In 24 mesi …

Fantasy Manager 2014

Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, è intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo. Ecco le sue parole. Filed Under: …

Stadio della Roma, Caudo: “Ci stiamo impegnando a rispettare le scadenze”

L’assessore all’Urbanistica della Capitale aggiunge: “Per la costruzione possono bastare 24 mesi. L’impianto costerà 341 milioni di euro”.

Caudo (Assessore Urbanistica):”Il 31 luglio ci sarà la Conferenza dei Servizi”

Insideroma

Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, è intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica parlando dell’area che ospiterà …

Calcio: Caudo, su stadio As Roma non ci siamo ancora pronunciati

Agenzia di Stampa Asca

Cosi’ l’assessore capitolino all’Urbanistica Giovanni Caudo in diretta su Radio Radio in merito al dibattito in corso in queste ore relativamente alla …

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://it.euronews.com/flashnews/2594674-stadioromaproposta-troppo-semplificata/&ct=ga&cd=CAEYAioUMTIxMzg2MjU4NzcyNTQ4MjcxNjgyGTNjZTU1ZDg1NGVhMWIyYTA6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNF6VEC8IlZXXm2hP34fk9TJl6PB-Aeuronews

StadioRoma“proposta troppo semplificata”

euronews

(ANSA) – ROMA, 12 LUG – “Al momento, lo studio di fattibilitàsullo stadio della Roma che ci è stato presentato presenta unarichiesta di …

 

StadioRoma, ass. Caudo: “Stiamo cercando di rispettare la scadenza dei 70 giorni”

Fai Informazione – Informazione.it

11/07/2014 Parla Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma. Queste le sue dichiarazioni: L’iter è iniziato, quando si concluderà …

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/Articoli/StadioRomaproposta-troppo-semplificata-ac5a1d6c-479b-4605-af97-ae9c21660adc.html&ct=ga&cd=CAEYASoTNzMwNzgxMjQ0ODU0MDM3Mzc2ODIZNjNiNzNlYWY1N2M1N2I4MTppdDppdDpJVA&usg=AFQjCNHSvqGmaSxLfnTlokmUsenIvh0aYARai Sport

Assessore urbanistica Capitale: deve emergere l’interesse pubblico.Rai Sport

“Al momento, lo studio di fattibilità sullo stadio della Roma che ci è stato presentato presenta una richiesta di compensazione basata su dati numerici, …

 

Caudo avvisa il club: “Progetto da rivedere”

RomaNews.eu

L’assessore capitolino all’Urbanistica, Giovanni Caudo, parla così a RadioRadio del progetto del nuovo stadio giallorosso a Tor di Valle. Il 31 luglio …

StadioRoma, ass. Caudo: “Capisco l’interesse dei tifosi e dei privati, ma deve essere evidente l …

soloasroma.com

Caudo: “Capisco l’interesse dei tifosi e dei privati, ma deve essere evidente l’interesse pubblico. Il 31 luglio ci sarà la Conferenza dei Servizi”.

Caudo avvisa il club: Progetto da rivedere

webGiallorosso

Caudo avvisa il club: “Progetto da rivedere”. IL TEMPO – L’assessore capitolino all’urbanistica avverte la società.”E’ una proposta troppo schematica”.

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_luglio_14/nuovo-stadio-roma-non-si-fara-mai-senza-metro-51d09c38-0b1d-11e4-9c81-35b5f1c1d8ab.shtml&ct=ga&cd=CAEYACoUMTQ4MzQxNjM1NTQ2NjAwMzc0MjAyGTYzYjczZWFmNTdjNTdiODE6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNF6mHmNaSxNd7WnyAp0zqu5nA0KmQ  Corriere della Sera

Roma, nuovo stadio “non si fa senza metro”. Lo dice l’Assessore all’Urbanistica

Blitz quotidiano

ROMA – Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma è stato intervistato da Alessandro Capponi per il Corriere della Sera.

https://www.google.com/url?rct=j&sa=t&url=http://www.ansa.it/lazio/notizie/2014/07/14/colosseovia-libera-definitivo-a-lavori_55ede0f0-88a5-4930-bcb1-69c1f161dba3.html&ct=ga&cd=CAEYASoUMTQ4MzQxNjM1NTQ2NjAwMzc0MjAyGTYzYjczZWFmNTdjNTdiODE6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNERDEGydTduxYvtj51J-PThY0a9hgANSA.it

12 luglio Europa http://www.europaquotidiano.it/2014/07/12/partita-di-potere-nello-stadio-di-roma/

Partita di potere nello stadio di Roma

Il Messaggero di Caltagirone attacca il progetto del nuovo stadio. Per colpire un concorrente e influenzare Marino. Che sulla questione merita di essere difeso, ma è debole e con un Pd inadeguato. Dovrà intervenire Renzi.

Va bene che a Roma tutto è possibile, ma quanto è accaduto ieri è un miracolo dei tempi moderni. Perché non s’era mai visto un giornale proprietà di grandi costruttori lanciare una dura campagna di denuncia contro gettate di cemento, ecomostri e speculazioni edilizie. Per il lettore distratto, una bella prova di informazione indipendente. Per quello smaliziato, una mossa d’attacco nella guerra di potere al centro della quale galleggia il governo della Capitale.

Capita infatti che Il Messaggero, della famiglia Caltagirone che ha costruito mezza città moderna, si scopra foglio ecologista per appoggiare la campagna di Legambiente contro il progetto per il nuovo stadio della Roma, a Tor di Valle: la più grande partita nella quale sia impegnato un altro costruttore romano, Parnasi, storico avversario di Caltagirone.

Come ogni progetto urbanistico, il nuovo stadio si presta a osservazioni e critiche. Gli ambientalisti hanno buone ragioni su alcuni punti, a cominciare dalla difficile viabilità della zona prescelta. Ma l’attacco del Messaggero, mosso più da ansie “economiche” che ecologiche, nel tentativo di colpire un concorrente investe l’amministrazione Marino, che sul nuovo stadio ha investito molto della propria immagine. Il Comune è lungi dall’aver dato il via libera definitivo ai privati, però ha già garantito la disponibilità a fare presto e bene, anche per rompere l’incantesimo di una città nella quale non si riesce a realizzare alcuna opera nei tempi e coi costi previsti.

Il sindaco, si sa, è molto indebolito. Stressato da campagne di stampa ostili, inviso a un Pd affamato di posti e di potere, gravato da eredità micidiali ma fin qui incapace di raddrizzare una macchina di servizi pubblici elefantiaca e inefficiente. Di una sua possibile sostituzione (passando però da elezioni assai rischiose) si scrive ormai da mesi: non è una fantasia.

Può darsi che Marino sia la persona giusta nel posto sbagliato. Per quanto il trattamento riservatole fin dall’inizio da Caltagirone incoraggi a sostenerla, l’amministrazione appare esposta e vulnerabile soprattutto (è la cosa più grave) gli occhi dei cittadini.

Per la visibilità di Roma; per la dimensione dei problemi; per l’entità delle risorse pubbliche che scorrono via ogni giorno; per l’urgenza di limare le unghie ai poteri forti cittadini; e infine per la inadeguatezza del Pd locale, è inevitabile che il dossier Capitale si riapra presto sulla scrivania di Matteo Renzi.

@smenichini

Il calcio italiano in mano alle banche. Più vicino il default?

http://www.formiche.net/2013/07/13/calcio-italiano-in-mano-alle-banche-vicino-il-default/

13 – 07 – 2013Francesco De Palo

Inchiesta sulla situazione finanziaria delle squadre di calcio italiano: Roma, Inter, Milan, Treviso e… Prossima fermata Spagna e Inghilterra?

Messi, Neymar, Higuain, Benzema, Cavani. Il calcio italiano non ha più l’appeal di dieci anni fa, come dimostra il fatto che la maggior parte dei top player scelgono altre destinazioni (Spagna, Francia e Inghilterra). Ma gli sfarzi del passato pesano alla voce debiti per le squadre di serie A, con le banche che ormai in alcuni casi detengono non solo quote societarie ma veri e propri buchi.

Il caso Roma
Il caso più eclatante è a Roma. Anche se il presidente italoamericano James Pallotta figura come proprietario della squadra della Capitale, il vero deus ex machina non è un singolo individuo, ma una banca. E precisamente l’Unicredit. In soli sei mesi dello scorso anno, precisamente dal luglio al dicembre 2012, i conti hanno accusato una perdita netta di 26,1 milioni di euro, inferiore di 1,1 milioni a quella dello stesso periodo del 2011. Ma è il patrimonio netto consolidato (negativo per 78,5 milioni) a preoccupare maggiormente. Come ha certificato la società di revisione Bdo, i numeri della Roma peggiorano vistosamente, anche solo rispetto al giugno di dodici mesi fa quando il patrimonio netto era negativo per 52,46 milioni. Il nodo è solo una ricapitalizzazione? Al momento UniCredit è di fatto l’azionista di minoranza, con il 40%, della società mentre il resto è in mano alla Neep Roma Holding Spa. Il socio di maggioranza della Neep (al 60%) è la As Roma Spv Llc, che rappresenta i quattro soci americani guidati da James Pallotta. Ma proprio la Neep holding, come risulta dal prospetto semestrale, ha anticipato non solo 13,8 milioni per “mensilità arretrate”, ma altri 15 per i nuovi stipendi che si aggiungono ai 50 versati nel maggio 2012. Non aiutano i risultati degli ultimi due anni, con la prossima stagione senza coppe e con il nodo dei pezzi pregiati tentati dai milioni di Napoli e Chelesa. Vicina la resa dei conti?

Inter parlerà tedesco
Fino ad oggi i debiti del club milanese presieduto dalla famiglia Moratti sono stati ripianati non dalla società petrolifera di famiglia ma direttamente dalle tasche del numero uno. Si tratta di numeri agghiaccianti: al 30 giugno 2009 l’Inter aveva debiti per 431,55 milioni, aumentati rispetto ai 395 milioni del 30 giugno 2008. In attesa dei dati ufficiali relativi al 2013, tra ripianamenti personali e alleggerimento del monte ingaggi già avviato, quest’anno la passività non dovrebbe toccare i cento milioni. Ragion per cui, al di là della trattativa per cedere il 40% o addirittura il 75% (come gli ultimi rumors rivelano) al magnate indonesiano Erik Thohir, resta il nuovo e imprevisto accordo con la Deutsche Bank, che potrebbe garantire stabilità ma anche ulteriore presenza di un istituto (questa volta straniero) in serie A.

Se Atene piange, Sparta non ride
Dall’altro lato dei Navigli non sorride la squadra di Berlusconi. Dopo tre lustri di partnership con Intesa San Paolo, la società rossonera vira su Bpm. L’istituto lombardo sarà al fianco del Milan per i prossimi tre anni e avrà un bel daffare. Al dicembre 2012 mentre le plusvalenze sono state di 53,4 milioni, il totale dei debiti è sceso di pochissimo da 386 a 342 milioni, con i debiti verso le banche scesi da 156 a 108 milioni. Anche se resistono quelli tributari di 15 milioni e quelli verso altri finanziatori a 135 milioni (di cui 116 verso società di factoring per anticipazioni su crediti futuri di natura commerciale).

Default Treviso
Adriano Tartaglia, direttore generale di Banca Treviso, che ha materialmente il mandato a vendere, ha rifiutato un’offerta avanzata dal patron di Segafredo caffè, l’imprenditore Massimo Zanetti. Pare che non abbia valutato soddisfacente l’offerta da un milione e duecentomila. E ciò in virtù del fatto che la società di calcio ha pendenze proprio con la banca per un milione e ottocentomila, di cui seicentomila euro accumulato dai soci e un milione e 200mila euro verso i fornitori. Per cui dall’istituto bancario trevigiano la posizione è di fermezza sul rientro totale della propria esposizione: chi volesse acquisire la squadra dovrebbe spenderne inizialmente almeno tre. Se nel triveneto “ridens” non si riesce a mettere insieme lo stipendio di un anno di un Antonio Cassano per salvare una squadra, come sarà la situazione al sud?

Prossima fermata, Spagna e Inghilterra?
Ma al di là dei numeri italiani, con serie difficoltà di numerosi club di tutte le categorie legate all’iscrizione, è la Spagna ad essere indicata dai bookmakers come la prossima vittima (anche se gli arabi stanno arrivando in soccorso). Per quanto ancora le banche del paese, in un momento gravissimo, potranno continuare a tollerare esposizioni così pesanti per Real Madrid e Barcellona (300 e 400 milioni)? Ma nonostante le inglesi Chelsea e Manchester United abbiano debiti più pesanti (800 milioni), per loro pare garantire lo sceicco di turno. Chapeau.

twitter@FDepalo

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/riecco-guerra-mattone-messaggero-caltariccone-si-allea-80776.htm

1. RIECCO LA GUERRA DEL MATTONE: ‘’IL MESSAGGERO’’ DI CALTARICCONE SI ALLEA CON LEGAMBIENTE E SPARA CONTRO “L’ECOMOSTRO DI TOR DI VALLE” FIRMATO ZINGARETTI/MARINO – 2. PRESENTATO IL NUOVO STADIO DELLA ROMA: IL MEGA AFFARE DA 700 MILIONI FINISCE TUTTO NELLE TASCHE DEL COSTRUTTORE PARNASI, TANTO CARO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE – 3. GIA’ CONTRO PARNASI ‘’IL MESSAGGERO’’ LANCIÒ UNA VERA E PROPRIA CAMPAGNA CONTRO I NUOVI PALAZZI DA QUASI 300 MILIONI DELLA DEFUNTA PROVINCIA BY ZINGARETTI – 4. CON L’ULTIMO PROGETTO SPARISCONO LE OPERE PUBBLICHE COLLATERALI, NIENTE PROLUNGAMENTO DELLA METROPOLITANA E I TIFOSI COSTRETTI A VENIRE CON LA PROPRIA AUTO – 5. AMBIENTALISTI IN TRINCEA: “PROGETTO IRRICEVIBILE. CI SONO 960MILA METRI CUBI DI NUOVE OPERE ESTRANEE ALLO STADIO. È COME SE FOSSERO REALIZZATI 9 HOTEL HILTON” –

20/07/2014 06:05

IL PROGETTO DI TOR DI VALLE http://www.iltempo.it/sport/calcio/2014/07/12/stadio-della-roma-ecco-i-costi-segreti-1.1270489?localLinksEnabled=false

Roma, i quattro nodi dello stadio

Dalla pubblica utilità alle cubature extra, i parcheggi e la metro. Ecco su cosa si gioca la partita tra la Roma e il Comune

Stadio sì, stadio no? Il Gruppo di Lavoro composto da funzionari dei diversi dipartimenti capitolini sta esaminando il progetto di fattibilità del nuovo impianto della Roma proposto dal Gruppo Parnasi. Questi i nodi principali da sciogliere in attesa della conferenza dei servizi in programma il 31 luglio.

Interesse pubblico
Per poter realizzare lo Stadio occorre in primo luogo che il Comune, con una delibera di Assemblea Capitolina, dichiari l’«interesse pubblico» dell’opera. Nel comma 305 dell’articolo 1 della Legge di Stabilità 2014 si legge che «gli interventi sono realizzati prioritariamente mediante recupero di impianti esistenti o relativamente a impianti localizzati in aree già edificate».

A Roma, com’è noto, esistono già il Flaminio e l’Olimpico. Se per il primo esistono oggettivi problemi – capienza e sicurezza – è difficile sostenere che la pessima visibilità che si ha all’Olimpico sia una ragione di «pubblico interesse».

Compensazioni
I proponenti asseriscono che la costruzione dello Stadio e delle sue pertinenze non sia sufficiente a ripagare il costo delle opere pubbliche necessarie a collegare l’impianto con il resto della città. Per le opere di urbanizzazione (ponte sul Tevere, metropolitana, strade, fogne, parcheggi) bisogna coprire 220 milioni mancanti: servono altri metri cubi (910 mila) per realizzare un Business Park che compensino l’investimento. Si tratta di una speculazione edilizia velata oppure della vera necessità di rendere fattibile economicamente l’intero complesso? Questo è forse l’elemento principale per determinare l’interesse pubblico del Comune a che l’opera si realizzi o meno.

Accessibilità
Come arrivare allo Stadio? L’assessore all’Urbanistica, Giovanni Caudo, ha a più riprese, evidenziato la necessità che l’accesso dei tifosi allo Stadio debba essere garantito con la metropolitana. Ma quale ? E con quale progetto?

In realtà il Comune non ha alcun progetto, nemmeno abbozzato, di sviluppo trasportistico su ferro in quella zona. Caudo si limita a dire: «Allo stadio bisogna poter arrivare in metropolitana». Solo che: come? Due le possibili soluzioni: Roma-Lido e Metro B. Nella prima ipotesi si tratterebbe di costruire un «tronchino» in superficie di tre binari da Magliana a Tor di Valle. Spesa circa 10 milioni, fattibilità semplice. Inconveniente? I trasbordi: i tifosi che non abitano in una zona servita dalla metro B arriverebbero fino a 3 cambi. Se ti tocca pure l’autobus per arrivare alla linea A… fai prima con la macchina. E, in più, la Roma-Lido di Ostia è di proprietà della Regione e diviene «poco elegante» fare la spesa in casa d’altri.

Ipotesi metro B: molto più onerosa, almeno almeno 100 milioni di euro e con tempi di realizzazione non semplici da ipotizzare. Si tratta di realizzare uno scambio a Magliana, come fatto alla stazione Bologna per la B.Ma non basta, poiché fra la fermata con scambio e lo Stadio c’è un fascio di binari. Questo dovrebbe essere saltato (con il cosiddetto «salto del montone») con un ponte oppure con un sottovia (meno facile e molto più oneroso).

In entrambi i casi, quando non ci sono né partite né eventi, con queste tratte ferroviarie, cosa ci si fa? Chi si occuperebbe della manutenzione? E i treni a servizio di queste tratte bastano? Se ne servono altri chi li paga? In sintesi: perché mai dovrebbero essere la Roma e il Gruppo Parnasi a farsi carico di una progettualità così complessa?

Parcheggi
I promotori del progetto identificano come necessari agli standard minimi circa 181mila e 500 metri quadri di superficie per i parcheggi. Sia a raso che multipiano. Il primo nodo riguarda proprio i multipiano. Non è specificato se interrati o meno. In caso di parcheggi interrati, da 6 anni a questa parte, l’orientamento del Comune è di esprimere parare negativo per ragioni di sicurezza, di manutenzione e pulizia.

Secondo problema: le aree per i parcheggi del Business Park sarebbero ridotte poiché questo usufruirebbe anche dei parcheggi dello Stadio che rimangono vuoti quando non ci sono partite. Le norme, però, prevedono che ogni edificio di questo genere abbia i propri parcheggi indipendentemente da ciò che lo circonda.

Infine, si ipotizzano migliaia di posti auto a pagamento (10.300 a 5 euro, 7.300 a 10). Per ogni match si incasserebbero fino 124mila euro. Ma a chi vanno? Anche quest’ultima risposta può essere un elemento per comprendere la «pubblica utilità» dell’opera.

Fernando Magliaro

vedi anche

http://stadiodellaroma.com/it/news/comunicati-stampa

Comunicati stampa

  • DA OGGI IL PROGETTO E STUDIO DI FATTIBILITÀ DELLO “STADIO DELLA ROMA” CONSULTABILE PUBBLICAMENTE PRESSO LA SEDE DI ROMA CAPITALE 4 Luglio, 2014 Nota per la stampa

A seguito della presentazione del progetto e studio di fattibilità dello “Stadio della Roma” avvenuta il 29 maggio scorso, la proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia comunicano che – in collaborazione con il Comune di Roma, a partire da oggi – tutta la documentazione sottoposta all’amministrazione comunale è consultabile pubblicamente presso la sede di Roma Capitale in Piazza Giovanni da Verrazzano. All’interno dello spazio espositivo sono a disposizione dei cittadini tutti i materiali consegnati tra cui le tavole progettuali, i rendering, i video e il plastico dello stadio. La proprietà della A.S. Roma ed i rappresentanti del Gruppo Parsitalia ringraziano il Sindaco Marino e il Comune di Roma per l’impegno a condividere con la collettività il progetto.

View Article

  • IL PROGETTO E STUDIO DI FATTIBILITÀ DELLO “STADIO DELLA ROMA” CONSEGNATO AL COMUNE DI ROMA, AL VIA L’ITER AMMINISTRATIVO 29 Maggio, 2014 Nota per la stampa

La proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia hanno consegnato il progetto e studio di fattibilità dell’impianto all’Amministrazione Comunale della città di Roma. I documenti depositati comprendono anche gli accordi tra la A.S. Roma, la Società TopCo di James Pallotta e la Eurnova di Luca Parnasi. Questo importante passo segna il via ufficiale all’iter amministrativo e burocratico per la realizzazione dell’opera. Il Comune ora avrà a disposizione novanta giorni per valutare il pubblico interesse della proposta e avviare le successive fasi di autorizzazione. La proprietà della A.S. Roma e i rappresentanti del Gruppo Parsitalia esprimono nuovamente i propri ringraziamenti all’Amministrazione Comunale della città di Roma per la disponibilità manifestata a valutare il progetto, anche grazie ad un’apposita cabina di regia coordinata dall’assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo e dal Sindaco Ignazio Marino. Per maggiori informazioni sullo Stadio della Roma visitare http://www.stadiodellaroma.it Segui Stadio della Roma @StadiodellaRoma Ufficio stampa: stadiodellaroma@asroma.it telefono 06.501911

View Article

  • JAMES PALLOTTA PRESENTA IL PROGETTO “STADIO DELLA ROMA”, PASSO DECISIVO PER PORTARE IL CLUB NELL’ÉLITE DEL CALCIO MONDIALE 26 Marzo, 2014 Nota per la stampa

A.S. Roma conferma la propria ambizione di diventare uno dei più grandi club calcistici al mondo.

View Article

  • A.S. ROMA INCONTRA IL SINDACO PER PRESENTARE UN’ANTEPRIMA SUL NUOVO STADIO 9 Dicembre, 2013 Nota per la stampa

I rappresentati della società A.S. Roma hanno incontrato oggi il Sindaco Ignazio Marino, ed i partner del progetto, per presentare un’anteprima del piano per il nuovo stadio da 52.000 posti e raccogliere i primi riscontri.

View Article View Gallery

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...