Pietralata – il print

IL PRINT  DI PIETRALATA – Municipio IV (ex V)

pietralata map print

(da il sole24ore aprile 2013)

L’operazione prevede che le abitazioni e le attività industriali attualmente presenti sul territorio vengano parzialmente demolite e ricostruite sfruttando un premio cubature del 30%. Il programma complessivo sarà articolato in una Sul di 121.540,09 mq, di cui oltre 88mila mq di residenziale e 23mila per servizi. Tra le altre cose, saranno riqualificate varie arterie viarie tra cui via di Pietralata, saranno realizzati parcheggi pubblici, un nuovo teatro, una piazza, verde attrezzato, un nuovo mercato comunale e 80 alloggi di housing sociale. La storia del Print di Pietralata non è sola a Roma, sebbene sia quella in più avanzato stato attuativo: il Piano regolatore capitolino prevede di utilizzare questo strumento per la riqualificazione di decine di quartieri sorti abusivamente negli anni ’60, incentivando i privati a ristrutturare le loro attività beneficiando di premi cubatura e unendosi in consorzio per fissare la realizzazione comune di opere pubbliche.

Nel caso di Pietralata, il Campidoglio pubblicò un apposito bando nel 2006 dal quale vennero selezionate una trentina di proposte giudicate ammissibili. I proponenti, poi, in parte si sono riuniti in consorzio su iniziativa dell’Isveur che ha coordinato il procedimento partecipato necessario a definire le infrastrutture e i servizi che saranno costruiti nell’area. Le proposte per la realizzazione delle varie opere pubbliche, in parte avanzate dagli stessi residenti, sono state poi raccolte dal municipio, selezionate e inserite nel progetto di riqualificazione complessivo.

15 maggio 2014 IL temp o Print Pietralata Il Comune pronto a partire

«Sul Print di Pietralata nessuna inerzia cronica, almeno da parte dell’Amministrazione Capitolina». A riferirlo una nota dell’assessorato comunale alla Trasformazione urbana. «Il Print di Pietralata…

«Sul Print di Pietralata nessuna inerzia cronica, almeno da parte dell’Amministrazione Capitolina». A riferirlo una nota dell’assessorato comunale alla Trasformazione urbana. «Il Print di Pietralata aspetta, per poter completare l’iter, che i soggetti proponenti presentino la documentazione necessaria. In questo caso parliamo del “Consorzio Print Pietralata” che li rappresenta, ed in particolare l’Isveur. Il consorzio che ha il coordinamento unitario delle attività per la progettazione e la realizzazione delle opere pubbliche del Print, ha anche l’impegno ad acquisire i pareri sulle condizioni geomorfologiche ed idrauliche del territorio (siamo a ridosso dell’Aniene), e di conformità con i vincoli apposti sui beni tutelati per legge presenti nell’ambito. L’Ufficio del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica, diretto dall’ing. Fatello, ha promosso, già nei mesi scorsi, riunioni sia con i tecnici del Consorzio che dell’Autorità di Bacino del Fiume Tevere ma ad oggi l’Isveur non ha ancora depositato la documentazione utile per acquisire i succitati pareri del competente Servizio Geologico regionale, quella dell’Area Urbanistica e Copianificazione regionale e dell’Autorità di Bacino del Fiume Tevere, propedeutici all’approvazione del Programma definitivo, senza i quali non è possibile chiudere il percorso di attuazione».

Risulta tuttavia che le realazioni redatte da Risorse per Roma nel 2012 siano state oggetto di rilevazioni critiche da parte della Regione e che attualmente il Consorzio, su richiesta del Dipartimento sta predisponendo le nuove Relazioni che comportano, secondo le previsioni di legge, una serie di analisi approfondite tra le quali oltre 25 sondaggi. Il tutto a carico degli operatori privati.

VAI ALLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PRINT PIETRALATA

VAI ALLA LISTA DELLE 29 OPERE PUBBLICHE PREVISTE

La mappa del Print

114540print pietralata

scarica la brochure  dell’ISVEUR con il print di Pietralata ISVEUR2013

LA SITUAZIONE IDROGEOLOGICA

Foto di via silvano incrocio via del peperino e via alabastro allagato anni '60

Foto di via silvano incrocio via del peperino e via alabastro allagato anni ’60

Negli anni cinquanta fino alla fine degli anni settanta frequenti erano gli allagamenti dovuti alla costruzione del piano stradale al di sotto del livello del vicino fiume Aniene. Successivamente sono stati realizzati lavori che hanno rialzato il piano stradale. L’effetto di queste opere è tuttora visibile; infatti alcuni esercizi commerciali sono al di sotto di via di Pietralata e i primi piani delle case sono divenuti pian terreni.

La mappa del PAI Ps5 14 (scaricaPS5-TAVOLA-14

ps5- tav.15 bacino tevere

La mappa del PAI Ps5 15 (scaricaPS5-TAVOLA-15

Legenda e quadro delle mappe

scarica le NTA NTA-PS5 Autorità di Bacino

legenda ps5

 MATERIALI

41ª Proposta (Dec. G.C. del 4 aprile 2012 n. 27) PIETRALATA Permuta di aree tra Roma Capitale e alcuni soggetti privati proprietari dellearee necessarie all’adeguamento della rete viaria pubblica interna e adiacenteall’Area F del Comprensorio Direzionale di Pietralata – Approvazione dellevariazioni per l’adeguamento funzionale del Progetto Unitario Area “F” (F1,F2, F3, F4) del Comprensorio Direzionale di Pietralata. SCARICA: Proposta_41 2012 Pietralata
APPROVATA 27 marzo 2013 Proposta n. 41/2013 e documenti allegati

79ª Proposta (Dec. G.C. del 6 luglio 2011 n. 66) PIETRALATA Adozione del programma di assetto urbanistico definitivo del ProgrammaIntegrato della Città da ristrutturare – Tessuto prevalentemente residenziale “Pietralata”.SCARICA: Pietralata residenziale Proposta_79 2011
APPROVATA 4 APRILE 2011 Proposta n.79/2011 – Documenti Approvati 

10 marzo 2013 Sole 24 ore  Edilizia e Territorio Prove di disgelo sui Print, con un taglio agli oneri di F. Nar. I costruttori chiedono di attuare alcuni lavori senza il passaggio in Giunta di abbattere del 30% del contributo straordinario Prove di disgelo sui Print, con un taglio agli oneri avorire l’attuazione diretti — anche di singoli interventi — snellire le procedure e chiarire le modalità di applicazione del contributo straordinario. Sono i punti chiave alla base del tentativo di sbloccare la partita dei Print, i programmi integrati (previsti dal Prg di Roma e istituiti dalla legge 179/1992) che puntano a riqualificare il tessuto urbanistico edilizio e ambientale della Capitale;

5 aprile 2013 ediliziaeterritorio.ilsole24ore   Roma, con il Print parte il recupero di Pietralata Il piano prevede che le abitazioni e le attività industriali attualmente presenti sul territorio vengano parzialmente demolite e ricostruite sfruttano un premio cubature del 30% di Giulia Del ReCronologia articolo 

Il Campidoglio adotta il programma di assetto urbanistico definitivo per la realizzazione del Print (Programma integrato della città da riprogettare) di Pietralata. E fa un passo avanti nella complessa operazione di riqualificazione di un intero quartiere, alle spalle della stazione Tiburtina, che recentemente è anche stato scelto dal Governo come uno dei progetti aggiudicatari di un finanziamento statale nell’ambito del Piano città.

Il Print è solo uno dei programmi destinati a cambiare il volto di Pietralata (l’operazione non fa parte degli interventi finanziati dal Piano città) e prevede, tramite fondi privati stanziati direttamente dai residenti del quartiere e quantificati dall’amministrazione comunale in 180 milioni di euro, la demolizione e ricostruzione di 25 ettari di territorio e la realizzazione di nuovi servizi, residenze, infrastrutture e verde pubblico attrezzato.

L’Assemblea capitolina, ieri sera, ha dato l’ok al programma urbanistico per il recupero di Pietralata – «programma già previsto dal Piano regolatore generale», ha sottolineato il presidente della commissione Urbanistica Marco Di Cosimo – avviando l’iter per la sua realizzazione. Entro un paio di mesi, dovrà essere approvato il progetto definitivo di riassetto del quartiere. Dopodiché, si aprirà la Conferenza dei servizi sulle opere pubbliche da realizzare e, nel giro di un anno, i lavori di riqualificazione potranno decollare.

«Con il Print di Pietralata – aggiunge Giulio Natalucci, Direttore dell’Isveur – si concretizza dopo un decennio il primo programma integrato di riqualificazione urbana, una leva determinante per rilanciare non solo le infrastrutture ma anche il territorio. Il rilancio di Pietralata ha visto infatti l’Isveur, in qualità di coordinatore del progetto, fungere da cerniera tra cittadini e imprese e proprio in quest’ottica abbiamo accolto le istanze dei residenti, anche attraverso le richieste formulate durante le assemblee pubbliche, e concretizzato l’impiego delle risorse dei privati».
Riuniti in consorzio, i privati si sono organizzati per investire 180 milioni di euro circa che dovrebbero esprimere 57 milioni di euro di oneri concessori da destinare al una trentina di opere pubbliche (vai alla lista delle opere pubbliche previste).

L’operazione prevede che le abitazioni e le attività industriali attualmente presenti sul territorio vengano parzialmente demolite e ricostruite sfruttano un premio cubature del 30%. Il programma complessivo sarà articolato in una Sul di 121.540,09 mq, di cui oltre 88mila mq di residenziale e 23mila per servizi. Tra le altre cose, saranno riqualificate varie arterie viarie tra cui via di Pietralata, saranno realizzati parcheggi pubblici, un nuovo teatro, una piazza, verde attrezzato, un nuovo mercato comunale e 80 alloggi di housing sociale. La storia del Print di Pietralata non è sola a Roma, sebbene sia quella in più avanzato stato attuativo: il Piano regolatore capitolino prevede di utilizzare questo strumento per la riqualificazione di decine di quartieri sorti abusivamente negli anni ’60, incentivando i privati a ristrutturare le loro attività beneficiando di premi cubatura e unendosi in consorzio per fissare la realizzazione comune di opere pubbliche.

Nel caso di Pietralata, il Campidoglio pubblicò un apposito bando nel 2006 dal quale vennero selezionate una trentina di proposte giudicate ammissibili. I proponenti, poi, in parte si sono riuniti in consorzio su iniziativa dell’Isveur che ha coordinato il procedimento partecipato necessario a definire le infrastrutture e i servizi che saranno costruiti nell’area. Le proposte per la realizzazione delle varie opere pubbliche, in parte avanzate dagli stessi residenti, sono state poi raccolte dal municipio, selezionate e inserite nel progetto di riqualificazione complessivo.
VAI ALLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PRINT PIETRALATA

VAI ALLA LISTA DELLE 29 OPERE PUBBLICHE PREVISTE

___________________________________________________

Casa dell’architettura Pietralata. Una esperienza di Programma Integrato Mostra + tavola rotonda Periodo espositivo della mostra dal 3.2.2012 al 17.2.2012
Casa dell’Architettura Piazza Manfredo Fanti 47, Roma
____________________________________________________________

12 ottobre 2012 Abitarea… Speciale Print. Puntata n. 1 I programmi “complessi”: riflessioni introduttive di Maurizio Moretti di Giovanni Verardi –

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...