Appello: L’ EUR DEVE TORNARE CITTA’ PUBBLICA

A 3 settimane dal 24 aprile, data in cui il giudice potrebbe dichiarare il fallimento di EUR spa e mettere in vendita il pregiatissimo patrimonio immobiliare pubblico,  Carteinregola lancia un appello Ai Ministri Pier Carlo Padoan e Dario Franceschini e al Sindaco Ignazio Marino, sottoscritto da intellettuali e società civile,  perchè si restituisca  Roma EUR al governo comunale, pari a tutti gli altri quartieri di Roma, senza l’ingombro di una “spa” inutile e dannosa.  E non ci rassicurano le dichiarazioni  del Ministro Franceschini,  diffuse poco fa dalle agenzie, che gli immobili devono restare «se non dello Stato,  comunque pubblici» e vogliamo sapere al più presto quali sono “le diverse modalità perchè questo avvenga”*.Per aderire: firma la petizione on line

eur noi emAi Ministri Pier Carlo Padoan e Dario Franceschini e al Sindaco Ignazio Marino

“Una città nella città”, recita lo slogan di Eur spa, di proprietà per il 90 % del Ministero dell’Economia e per il 10% del Comune di Roma, che gestisce un pezzo pregiato di città pubblica, l’unico su cui decide un consiglio di amministrazione e non il Comune. Una gestione che avrebbe potuto accontentarsi dei dividendi del ricchissimo patrimonio immobiliare e che invece si è spinta in una serie di imprese fallimentari, i cui segni sono sparpagliati tra le geometrie monumentali del regime fascista e del miracolo economico.

Torri sventrate, opere incompiute, voragini post esplosione, baracconi abbandonati, antri scavati sotto il laghetto. Da anni in attesa di una soluzione. E sopra tutto la Nuvola, il nuovo palazzo dei congressi interrotto, simbolo della grandeur di una gestione che voleva essere europea e che non è stata all’altezza dell’ordinaria amministrazione. Intanto, il prossimo 24 aprile un magistrato dovrà decidere se il piano di ristrutturazione finanziaria che presenterà EUR spa sarà in grado di garantire i suoi creditori, o se dichiararne l’insolvenza e avviare le procedure fallimentari. Ipotesi che dovrebbe essere remota, ma quello che sta succedendo per scongiurarla è di difficile comprensione. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze non intende coprire i 300 milioni per rimettere a posto i conti della sua società, e si parla di vendita di alcuni immobili d’importanza monumentale ad altro soggetto pubblico. Ma non si capisce perché l’operazione potrebbe essere remunerativa per INAIL – il più accreditato acquirente – e non lo sia per il Ministero dell’Economia, tanto più che gli immobili sono vincolati e dovrebbe essere impossibile per qualsiasi nuovo proprietario cambiarne la destinazione.

Dopo le vicende di Mafia Capitale, che si aggiungono ad altre indagini che coinvolgono l’ex Presidente Mancini, che è stato alla guida di un consiglio di amministrazione tuttora in carica, e che, pur in scadenza, dovrebbe presentare il fatidico piano di salvataggio, riteniamo un preciso dovere dei Ministri delle Finanze Padoan, dei Beni Culturali Franceschini e del Sindaco Marino aprire un nuovo capitolo della storia dell’EUR, all’insegna della trasparenza e dell’interesse pubblico.

Per questo chiediamo che, prima di avviare qualunque iniziativa – piano, vendite e salvataggio – si proceda a una profonda riforma, restituendo l’EUR al governo comunale, pari a tutti gli altri quartieri di Roma, senza l’ingombro di una spa inutile e dannosa. E sia il Comune a predisporre un piano per il rilancio economico e culturale dell’EUR, garantendone la sostenibilità, all’insegna della trasparenza e della partecipazione dei cittadini.(l’appello è stato diffuso il 1 aprile 2015. Per aderire: firma la petizione on line)

Carteinregola

 Vezio De Lucia, Vittorio Emiliani, Edoardo Salzano, Maria Pia Guermandi, Enzo Scandurra, Tomaso Montanari, Anna Donati, Domenico Finiguerra, Paolo Maddalena, Pier Luigi Cervellati, Andrea Emiliani, Lucinia Speciale, Paola Elisabetta Simeoni, Umberto D’Angelo, Gigliola Fioravanti, Mariella Guercio, Linda Giuva, Giovanna Merola, Rita Paris, Irene Berlingò, Associazione Assotecnici, Sergio Vasarri, Paola Nicita, Elisabetta Forni, Cettina Mangano, Luca Bellingeri, Sandro Roggio, Paolo Baldeschi, Maria Paola Morittu, Alberto Asor Rosa, Amatel’architettura, Luciano Manuzzi, Manlio Lilli, Maria Teresa Filieri, Paola Bonora, Jadra Bentini, Oscar Mancini,Michela Barzi, Pancho Pardi, Alessandra Muntoni, Roberto Di Paola, Carlo Cellamare, Maria Luisa Lo Russo, Bianca Foss, Natale Falaschi, Beatrice Nencha, Vieri Quilici, Claudio Lombardi, Giuseppe Gallelli, Irene Ranaldi, Alessandra De Cesare, Aldo Pirone, Fabio Andronico, Andrea Costa, Giuseppe Silvi, Paola Loche, Roberto Scognamillo, Emanuele Ponti, Daniela Monterosso, Fulco Pignatti, Rosalia Vittorini, Giacomo Proia, Andrea Desideri, Giuliano Petrelli, Stefania Favorito, Elisabeth Bertrand, Luigi Maggini, Sara Parca, Paolo Zambon, Vittorio Salvatore, Ciro Orsi, De Maria, Ester Gili, Mario Belardi, Armando Mannino, Giuseppe Morabito, Fabrizio Aggarbati, Maria Pia Robbe, Thaya Passarelli, Amalia Vingelli, Maria Cecilia Corsini, Nicola Cataruozzolo, Arch. Paolo Grassi,Alvaro Pietrini,Corrado Lampe,Basaldella Gianni,Aldo Santori,Ugo Sturlese,Stefano Fatarella,Cosimo Antonio Gervasi,Paola Amorosi,Davide Franceschini,Marco Luzzatto,Maurizio Gabrielli,Maria Cristina Gibelli,Sergio Luigi Brenna,Adele Bugatti,Paola Menghini,Aurelia Famularo Amendola,Daniella Ambrosino,Paolo Capitanata,Ennio Peres,Rea – Radiotelevisioni Europee Associate Presidente Antonio Diomede,Ambrogio Colombo,Alex Nanni,Emanuele Romano,Adriana Zeviani Pallotta,Dante Cargnelutti,Domenico Gallo,Maria Concetta Di Spigno,Alessandro Marinelli,Sergio Di Napoli,Andrea Alessandri,Federico Ricci Tersenghi,Angela Persici,Enrico OttavianoRocco Marcello Balsano,Anna Maria Curci,Cristina Gatti,Ersilia Secchi,Viscardo Squartini,Danilo Bruno,Rodolfo Bracci,Francesca Saitto,Lorella Appolloni,Francesco Trane,Giorgio Denti,Gianni Castellan,Alessandro Giangrande,Elena Garcea,Stefano Fuschetto,Claudia Cardellicchio,Nathalie Naim,Paolo Ciofi,Anna Conciato,Antonio Pluchinotta,Fausto Di Marco,Annamaria Stella,Barbara Accetta,Fabrizio Bottini,Marco Patrizi,Luciano Bassetti,Patrizia Milano,Alessandro Tiraboschi,Natale Raco,Roberto Pinzi,Vera Marchetti,Bernardino Bruno,Luisa Muston,Paolo Mariotti,Claudio Rossi,Maria D’onofrio,Carmen D’amico,Gianni Pupparo,Rodolfo Felici,Giordana Fochi,Massimo Marnetto,Lucia Maria Peri,Anna Bassetti,Marco Montuori,Giuseppe Reitano,Romeo Ceccarelli Paxton,Beatrice Vivio,Roberto Barbieri,Alessandro Cundari,Antonia Pasquarella,Giuseppe Palermo,Claudia Perin,Maria Novella Nardecchia,Gioacchino Assogna,Salvatore Gioncardi, Enzo Apicella,Franco Bellina,Silvina Occhipinti,Vittoria Manocchio,Pavone Berardino,Ambra Prearo,Michele Di Pilla,Coppola Agnese,Giovanni Ruggiero,Lorenzo Marzano,Silvia Acquistapace De Angelis,Mauro Piola,Chiara Zaccaria,Silvia Di Fazio,Alberto Molinari,Valter Lefevre,Anna Laura Nesci,Carla Sabina,Sonia Sabbadini,Beatrice Corsetti,Massimo Grandicelli,Francesca Barbieri,Marina Lenzi,Maria Giulia Amadasi,Daniele Brunetti,Maria Laura Petrone,Letizia Civeli,Giuseppe Carbone,Francesca Riolo,Svetlana Vangheli,Luciana Casagrande,Silvia Tomaselli Clementi,Giulia Carducci,Rita Bonvicini,Filippo Piferi,Giuseppe De Stefano,Lorenza Giangregorio,Patrizia Nemesio, Vincenzo Riccobono, Stefano Nuti,Alessandro Sartor, Luigi Lingelli, Sabina Musumarra,Aurelia Colacicchi,Carmela Boscarino,Giorgio Petrucci, Barbara Cermesoni, Maria Assunta Mariani,Paolo Sanjust,Simone Genovese,Fabrizio Carnevale,Valerio Massimo De Angelis,Clara Quattrin,Mario Sabatini,Giuseppina Rosaria Statello,Riccardo Gallozzi,Maria Ausilia Fragalà,Federica Aldighieri,Danilo Tomeo,Emma Mastrandrea,Rosita Simone,Paola Migliorino,Gea Mancini,Francesco Patimo,Marco Tombesi,Lorenzo Bruschi,Maria Antonietta Vinanti,Adriano Labbucci,Cinzia Tavera,Ilaria Falconi,Lorenzo Madau,Monica Cecchini,Leandro Olla,Vilma Gidaro,Massimo Coletta,Francesco Scauso,Giovanna Patisso,Olimpia Mastroianni,Flavia Ramacciotti,Lidia Guglielmi,Paolo Crocchiolo,Matteo Cultrera,Cristina Gatti,Rosa Rinaldi,Angelo Caruso,Luca Zerboni,Egle Nason

* EUR SPA, FRANCESCHINI: IMMOBILI RESTINO DELLO STATO O PUBBLICI
OMR0115 3 OMP POL TXT Omniroma-EUR SPA, FRANCESCHINI: IMMOBILI RESTINO DELLO STATO O PUBBLICI (OMNIROMA) Roma, 01 APR – «In alcuni incontri abbiamo chiarito che non ci può essere un’ipotesi di alienazione ai privati ma che in ogni caso gli immobili devono restare nell’ambito di proprietà del perimetro pubblico, ci sono diverse modalità perchè questo avvenga». Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, rispondendo in aula alla Camera ad un’interrogazione su Eur spa del deputato di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli. Secondo Franceschini gli immobili di pregio devono quindi restare «se non dello Stato – ha detto – ma comunque pubblici». Il ministro non ha toccato la questione «ricapitalizzazione» della società Eur spa, uno dei punti affrontati nell’interrogazione, poichè, ha spiegato, relativamente «alla situazione debitoria di Eur spa ha già risposto il ministro Padoan. Concordo – ha detto – che gli edifici hanno un alto valore storico, artistico e sono un pezzo di architettura italiana importante, in un quartiere che è assolutamente intenzione del mio ministero e anche dell’amministrazione comunale, rivalutare e rivitalizzare soprattutto dal punto di vista della possibilità di ospitare un polo museale che abbia capacità attrattive di turismo molto maggiore di oggi. Per fare queste cose – ha continuato – è evidente che quegli immobili devono restare destinati all’utilizzo che hanno oggi, archivio di Stato e alcuni musei dello Stato e del Comune e devono restare nell’ambito del perimetro pubblico della proprietà». xcol6 011615 APR 15

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in EUR, patrimonio, politica della cttà e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Appello: L’ EUR DEVE TORNARE CITTA’ PUBBLICA

  1. Pingback: L’Eur, una SPA nella città pubblica | carteinregola

  2. Pingback: L’Eur, una SPA nella città pubblica | carteinregola

  3. Pingback: EUR, com’è andata a finire: nel solito modo… |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...