Campidoglio: continua la discussione sulle unioni civili

assemblea in diretta 2AGGIORNAMENTI 28 GENNAIO: E’ stata approvata la Delibera per le Unioni civili.

AGGIORNAMENTI 21 gennaio: Gli uffici capitolini  dichiarano inammissibili oltre 6mila tra ordini del giorno ed emendamenti presentati dall’opposizione di centrodestra alla Delibera per l’istituzione del registro delle unioni civili, lasciandone in piedi solo 87. Forza Italia  annuncia diffida al Prefetto e   ricorso al TAR. In realtà sollevare   migliaia di  emendamenti  per motivi ostruzionistici è una pratica diffusa: per il Piano Casa 2 in Regione, abbiamo visionato noi stessi decine di emendamenti del centrodestra in cui si chiedeva di cambiare una parola con un suo sinonimo. Diverso è invece garantire il confronto democratico in Aula con il dibattito su emendamenti che entrano nel merito della Delibera in discussione. Continueremo a seguire la questione…

20 gennaio 2015 Continua la discussione in Assemblea Capitolina della delibera sulle unioni civili, e, a seguire, delle quattro delibere  di deLiberiamo Roma, che invita i cittadini a un‘assemblea che si terrà Mercoledi 21 gennaio alle 15 nella sala della Protomoteca in Campidoglio. Intanto a Milano il Sindaco Pisapia è stato indagato per omissione di atti di ufficio,  per non aver ottemperato alla richiesta di cancellare le trascrizioni dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso. Dichiara Pisapia:  “Rispetto l’opinione di tutti sui matrimoni omosessuali, ma la legge impone di trascrivere i matrimoni legittimamente contratti all’estero. Voglio quindi fare un forte invito al Presidente Renzi e a tutti i partiti del centrosinistra affinché si impegnino perché sia revocata la circolare del ministro Alfano che impone ai sindaci, violando la legge, di cancellare le trascrizioni”. Anche Il sindaco di Bologna  Virginio Merola , il 15 settembre, e il Sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino,  il 18 ottobre, hanno  registrato matrimoni omosessuali celebrati all’estero, scatenando una selva di reazioni pro e contro e l’ordine dei prefetti di cancellare le trascrizioni. (in calce le tappe della  vicenda)

Calendario dei lavori in Aula:

lunedì 19 gennaio 2015. dalle ore 14 alle ore 20
martedì 20 gennaio 2015, dalle ore 14 alle ore 18
giovedì 22 gennaio 2015. dalle ore 9 alle ore 14

  • Proposta n. 96/2013. (a firma dei Consiglieri Battaglia I., Magi, Raggi, Tempesta, Celli e Caprari) Riconoscimento delle Unioni Civili. Istituzione del Registro delle Unioni Civili. Approvazione Regolamento.scarica Proposta RC.2013.18095 n. 96 unioni civili

LE DELIBERE DI DELIBERIAMO ROMA vedi http://www.deliberiamoroma.org/

LE TAPPE PRINCIPALI DELLA VICENDA della trascrizione delle unioni civili

8 ott. – Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, trascrive   nel registro di stato civile del Campidoglio 16 matrimoni gay contratti all’estero. Si tratta di 16 coppie omosessuali, 11 composte da uomini e 5 da donne, che hanno preso parte alla cerimonia in Campidoglio  accompagnati da famigliari, compresi  molti   figli di  coniugi

Molte le reazioni:  il ministro degli Interni, Angelino Alfano, afferma che  l’attuale legge italiana non permette che due persone dello stesso sesso possano sposarsi e dunque non e’ possibile sposarsi all’estero tra persone dello stesso sesso e trascrivere il matrimonio in Italia. Per il ministro la firma di Marino non ha valore legale. Il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro invita  il sindaco alla cancellazione di tali trascrizioni,   comunicando la sua intenzione, in caso contrario,  di “provvedere all’annullamento delle stesse”. Contraria anche  la Conferenza Episcopale Italiana (“la  trascrizione in Campidoglio di matrimoni tra persone dello stesso sesso sorprende  e suggerisce una equivalenza tra il matrimonio ed altre forme che ad esso vengono impropriamente collegate“)  e il  Vicariato (“una scelta ideologica, che certifica un affronto istituzionale senza precedenti” basata su una “mistificazione sostenuta a livello mediatico e politico”). Marino non fa passi indietro, dichiarando che intende  “difendere il diritto di tutti ad amarsi” e che si tratta di “un atto di stato civile”. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, conferma la volonta’ dell’esecutivo di varare una legge che regolamenti le unioni civili sul modello di quella adottata in Germania.

Il 31 ottobre il prefetto Pecoraro annulla i  matrimoni trascritti  da Ignazio Marino. Ai primi di novembre il TAR del Lazio respinge la richiesta di due coppie omo che si erano appellate ai giudici, seppure in via cautelare, per chiedere una decisione provvisoria e urgente sull’annullamento delle trascrizioni. Ma un sentenza della Corte d’Appello di Torino, depositata nei giorni scorsi,  ribalta la decisione del tribunale e ordina la trascrizione del certificato di nascita del  bambino nato da due donne (una italiana e l’altra spagnola) in Spagna. > leggi la sentenza della Corte d’Appello  Lo scorso luglio il Tribunale per i minori di Roma aveva consentito la stepchild adoption (la co-madre poteva adottare il figlio della compagna), oggi invece è riconosciuta la doppia maternità fin dalla nascita.

Dal  13 gennaio la parola passa all’Assemblea Capitolina, in attesa di una decisione legislativa   nazionale…

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in diritti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Campidoglio: continua la discussione sulle unioni civili

  1. Pingback: Approvata la Delibera per il Registro delle Unioni Civili | carteinregola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...