Stadio della Roma: questa volta rispondiamo a Berdini nel merito

Anche se sul progetto dello Stadio  abbiamo già scritto 2 dossier e 15 articoli* in 5 mesi…

sovrapposizione mappa ippodromo- stadio (dallo studio di afftibilità di luglio)

sovrapposizione mappa ippodromo- progetto  stadio

Sul suo blog su ilfattoquotidiano.it (1), l’urbanista Paolo Berdini il 14 gennaio ha attaccato Carteinregola a proposito dello Stadio della Roma, lanciando accuse piuttosto pesanti: “…E veniamo al merito del progetto per cercare di smontare il cumulo di bugie che sono state maldestramente costruite a difesa dello scempio. Ciò che dispiace dal punto di vista generale è che alla difesa delle mura del Campidoglio siano stati arruolati anche associazioni che dicono di battersi per gli interessi della città, come ad esempio Carteinregola, ma ognuno sceglie la sua strada“. Il riferimento è al nostro ultimo articolo, all’indomani dell’approvazione in Assemblea Capitolina dell’interesse pubblico della proposta di realizzare uno Stadio al posto dell’Ippodromo di Tor di Valle, con allegata  una montagna di cubature commercial/recettivo/direzionali,  che si intitolava  “Stadio della Roma: le nostre ragioni (e le leggende metropolitane). Ma per  Berdini le nostre argomentazioni contro il progetto Stadio  –   il “pezzo forte” dell’articolo,  e in buona parte le medesime addotte da Berdini – non contano affatto, mentre  meritano l’etichetta di “cumulo di bugie” “maldestramente costruite” quelle che noi abbiamo classificato come “leggende metropolitane“. Che poi  Berdini sarebbe liberissimo di criticare comunque, ma attenendosi ai fatti. Perchè il punto è questo:  definire la nostra posizione “difesa della mura del Campidoglio” vuol dire far credere a chi legge  che noi siamo entusiasti sostenitori del progetto dello Stadio.

E anche se nella rettifica della rettifica pubblicata gentilmente da Il Fatto dopo le nostre rimostranze (2),  Berdini sostiene che “solo chi è in malafede può affermare” che “nel suo articolo scrive che Carteinregola è a favore dello Stadio(3), noi   ci rimettiamo al libero giudizio di chi legge il suo testo. E di chi vuole andare a vedere in tutti gli articoli, i  dossier, gli appelli al Sindaco che abbiamo pubblicato*,  quale sia la nostra posizione sul progetto e con quale impegno abbiamo cercato di mettere a disposizione di tutti tutte le informazioni disponibili. E ci sembrava abbastanza esaustivo quanto già messo on line, ma visto che molti si aspettano una nostra risposta alle critiche di Berdini, risponderemo. Anche se con un certo disagio,  perchè  in una  situazione generale  così  drammatica forse bisognerebbe fare lo sforzo di concentrarsi più sulla sostanza delle cose e soprassedere su questioni più  marginali. Ma tant’è. Con una premessa: quando facciamo una battaglia,  noi non abbiamo bisogno di “esagerare” la realtà per essere più convincenti. Anzi, siamo profondamente convinti del fatto che solo dicendo le cose come stanno, accertando i fatti e separandoli dalle opinioni con rigore e serietà, si possa essere credibili.  Cominciamo.

1) Berdini: “l’amministrazione comunale non farà alcun investimento economico”. Credono ancora di prendere in giro i romani: le opere giudicate di interesse pubblico saranno realizzate attraverso l’esborso di denaro pubblico noto (gli oneri di urbanizzazione previsti dalla legge) e da altro denaro di proprietà pubblica derivante dai maggiori introiti dovuti agli aumenti di volumetria concessi. Si spenderanno dunque per opere utili solo e soltanto alla Roma calcio preziosi soldi pubblici”. Qui  il punto è stabilire se le infrastrutture, soprattutto per la mobilità, inserite dal Comune come “conditio sine qua non” al progetto dello Stadio, siano al solo servizio dell’impianto sportivo (e strutture commeciali e direzionali annesse)  o della città.  Berdini è convinto   che  “i soldi pubblici” si “spenderanno per opere utili solo e soltanto alla Roma calcio“, ma  è una sua opinione, dato che non sono stati fatti studi trasportistici puntuali:  non li ha Berdini  come non li abbiamo noi, che infatti abbiamo chiesto che i vantaggi per la città  venissero  dimostrati ai cittadini  prima che venisse approvato  l’interesse pubblico del progetto. In ogni caso noi abbiamo sempre ribadito la nostra contrarietà alla “moneta urbanistica” – cubature edilizie in cambio di  corrispettivi economici,  in contanti o in infrastrutture – anche a fronte di ipotizzati obiettivi “virtuosi”(4).

11 la stazione della Ferrovia Roma Ostia

La via del mare e la stazione della Ferrovia Roma Ostia a 200 metri dall’ingresso dell’Ippodrono Tor di Valle

2) Berdini: “Si afferma che non è vero che l’area sia in un deserto urbano ma “sta a ridosso del popoloso quartiere Eur-Torrino”. Questo quartiere si trova in realtà a cento metri di dislivello dall’area ed è da essa diviso da una invalicabile barriera morfologica costituita da una ferrovia e da due strade carrabili ad alta percorrenza. L’area scelta è un deserto urbano, punto e basta”. In realtà basta farsi un giro su “google map“.  Ma consideriamo già un successo che Berdini , che in un precedente articolo aveva sostenuto che l’area si trova “in aperta campagna(5) abbia ripiegato su “deserto urbano”.

Ippodromo Tor di valle  e intorno

3) Berdini: “Si afferma poi che non è vero che vengano regalati 350 mila metri quadrati di cemento perché nell’area esistono altre volumetrie e il piano vigente prevede di realizzare 112 mila metri quadrati”. Noi contestiamo le volumetrie date in compensazione per l'”equilibrio economico” dell’operazione stadio.  Ma i 112 mila metri quadrati del PRG vigente sono un dato di fatto. Del resto nell’area c’è già un  ippodromo con vari annessi. Noi ci siamo stati sul posto. E abbiamo  fotografato. Berdini: “Addirittura si afferma che “se si avvalesse del ‘Piano Casa’ potrebbe ulteriormente aumentarle e trasformare l’Ippodromo in appartamenti”. Ma quando mai! L’area è destinata a verde e attrezzature sportive: quelle volumetrie potevano essere realizzate per attività sportive, non per le più lucrose attività commerciali o per uffici (6). Riguardo al Piano casa è appena il caso di ribadire che non è applicabile alle zone di verde e attrezzature sportive“. Sul Piano casa  della Regione Lazio, appena prorogato fino al gennaio 2017,  che permette  di trasformare in appartamenti strutture dismesse, Berdini potrebbe avere ragione, ma non perchè  non sia “applicabile alle zone di verde e attrezzature sportive” – non ci risultano  vincoli in quel senso neanche nella delibera di Alemanno, che  esclude dagli interventi del Piano casa solo “verde Pubblico e Servizi Pubblici di Livello Locale”  (7), mentre qui si parla di verde privato – quanto perchè la Delibera di Alemanno sottopone l’applicazione del  Piano casa  ai  beni inseriti nella  “Carta per la Qualità” –  comel’Ippodromo (8) –  al  parere del competente Ufficio Capitolino (con silenzio assenso, però) (9).

4) Berdini: “Terzo argomento, il più grave sotto il profilo della legalità, riguarda la questione sollevata da molti articoli di stampa che la società proponente non fosse titolare delle aree su cui si dovrà realizzare il progetto. Su questo punto Carteinregola afferma addirittura che “E’ un problema del privato, non del Comune. Se il privato non potrà più mantenere la proposta avanzata, automaticamente decadrà”. Decine di anni di rapporti tra pubblico e privato sepolti con disinvoltura: è noto infatti che amministrazioni pubbliche devono obbligatoriamente verificare la titolarietà della proprietà immobiliare del proponente. Altrimenti sarebbe il far west.” Quello che Berdini sembra dimenticare è che in questa fase l’Assemblea Capitolina si doveva solo esprimere sul pubblico interesse  dello studio di fattibilità. Quindi siamo ancora in  una fase preliminare  che – teoricamente – potrebbe anche interrompersi per la non disponibilità del privato a sottostare alle prescrizioni  della Giunta e agli emendamenti inseriti in Aula.  E’ chiaro che nelle fasi successive, dalla conferenza decisoria in Regione fino al rilascio del Permesso di Costruire, l’amministrazione dovrà man mano acquisire tutta la documentazione prevista in termini di legge, sia dalla legge 147 (comma 304) sia dalle  varie leggi ordinarie che dettano i requisiti per l’ottenimento dei titoli necessari. Quanto alla proprietà delle altre aree  contigue, noi abbiamo specificato che ci saremmo riservati  “di approfondire le osservazioni presentate da alcuni oppositori del progetto a proposito di una diffida presentata dai proprietari di areee limitrofe a quelle di proprietà (anche questa ancora in forse a causa di un fallimento in corso del precedente proprietario) della Eur Nova del costruttore Parnasi, aree che dovrebbero essere espropriate (a spese del costruttore) per realizzare parcheggi e standard per lo stadio e/o il Business center”.

Concludendo: sarebbe bello che chi si batte contro gli stessi obiettivi facesse fronte comune anzichè farsi la guerra. Ma effettivamente non basta avere lo stesso  fine, per combattere insieme, bisogna condividere anche i mezzi, e lo stile. Per noi le battaglie giuste si combattono con la verità. Perchè solo quando si combatte a viso aperto, contrapponendo argomenti ad argomenti, senza demagogia, senza sottintesi o  insinuazioni sugli avversari, si può vincere veramente.

Anna Maria Bianchi Missaglia

 annaemmebi@gmail.com

Post scriptum: ringraziamo il sito Eddyburg, che ha spesso ospitato i nostri articoli, compreso quello attaccato da Berdini,   che ha pubblicato il pezzo dell’urbanista  insieme alla nostra replica, che ritiene “del tutto giustificata”

________________________________________________________

(1) Nuovo stadio della Roma: perché lo pagheremo anche noi,  di Paolo Berdini | 13 gennaio 2015
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/13/nuovo-stadio-della-roma-perche-lo-pagheremo-anche-noi/1335580/

(2) LA NOSTRA LETTERA ALLA REDAZIONE DEL FATTO:

Nell’articolo pubblicato oggi sul blog del Fatto Quotidiano, “Nuovo stadio della Roma: perché lo pagheremo anche noi”, Paolo Berdini attacca esplicitamente Carteinregola, citando un nostro articolo sul progetto dello Stadio, pubblicato sul nostro sito il 22 dicembre scorso, Stadio della Roma: le nostre ragioni (e le leggende metropolitane), ma soprattutto – e forse è proprio questo che ha scatenato tanto livore – ripreso da Eddyburg, il sito di “urbanisti militanti” su cui spesso scrive lo stesso Berdini.

Naturalmente noi non abbiamo niente in contrario sul fatto che Berdini possa muoverci delle critiche – accade spesso – con l’unico limite, che ci sembra faccia parte anche della filosofia del vostro giornale, di riportare le posizioni senza faziosità. Cioè senza far intendere cose diverse dalla verità. Invece da quanto scritto da Berdini nell’articolo citato, chi legge potrebbe facilmente dedurre che Carteinregola sia a favore dello Stadio della Roma a Tor di Valle  e che  difenda il progetto del sindaco a spada tratta. Invece sfido chiunque a trovare una sola riga in tutti i nostri articoli in cui noi non sia ribadita la nostra avversità al progetto dello Stadio, tra l’altro supportata da molte motivazioni addotte dallo stesso  Berdini (soprattutto per le cubature come “moneta urbanistica” per pagare le infrastrutture di interesse pubblico). Anche se, devo dire, non condividiamo tutte le motivazioni di Berdini, perché  noi non abbiamo bisogno di “esagerare” la realtà per essere più convincenti. Anzi, pensiamo che solo  dicendo le cose come stanno, accertando  i fatti e separandoli dalle opinioni con rigore e  serietà, si possa essere credibili. E  il “pezzo forte” del nostro articolo da lui criticato era dedicato a una circostanziata disamina delle  nostre 5 ragioni contro il progetto dello Stadio, ragioni e posizione che Berdini si è guardato bene dal citare, alla faccia della correttezza che chi scrive su una testata di informazione dovrebbe garantire.

Alla fine non credo che ne saremo danneggiati, visto che il nostro laboratorio,  che si batte per l’interesse pubblico, tanto da organizzare un presidio  di 4 mesi contro le delibere urbanistiche di Alemanno (due anni fa) e un presidio di due mesi contro il Piano casa di Zingaretti (4 mesi fa) non gode di un grande visibilità sulla  stampa (ma il Fatto è stato il primo e pressoché unico giornale che ci ha dato la parola sul Piano Casa, quest’estate) è comunque  per noi pubblicità. Però ci piacerebbe che qualcuno ricordasse a Berdini che non si fa un gran servizio ai lettori  travisando  così  i fatti,  al riparo – e approfittandosi –  della visibilità e dell’autorevolezza di una testata notoriamente indipendente come Il Fatto Quotidiano.

(3) LA REPLICA DI BERDINI: Nel mio articolo non scrivo affatto che carte in regola è a favore dello stadio. Solo chi è in mala fede può affermarlo. Dico -e c’è scritto sul loro sito- che utilizzano le stesse motivazioni che hanno consentito alla maggioranza capitolina di far passare una vergognosa speculazione edilizia per “interesse pubblico”. Si tranquillizzi dunque Carteinregola, non c’è stata alcuna “grave scorrettezza”, ma solo la cronaca di cose chiaramente scritte.

(4) Le infrastutture prescritte dal Comune per il pubblico interesse, in parte  “compensate”  dalla realizzazione del Business Center, sono per la maggior parte opere  che non ricadono  nell’area di intervento e  alcune di queste, come l’unificazione Ostiense /via del mare e  il collegamento con l’Autostrada Roma Fiumicino, sono previste da decenni come opere pubbliche da realizzare.

(5) http://ilmanifesto.info/la-malattia-delle-grandi-opere/

(6) In realtà l’ “Art.87. Verde privato attrezzato” prevede: “Le aree per Verde privato attrezzato, individuate negli elaborati 2. e 3.“Sistemi e Regole”, rapp. 1:5.000 e 1:10.000, sono destinate al mantenimento e/o alla messa a dimora di alberature, accompagnate dalla realizzazione di attrezzature sportive e di servizi connessi (servizi igienici, spogliatoi, magazzini) e complementari (bar, ristoro, mini-shop; servizi culturali, didattici e ricreativi; foresterie, alloggio custode)” scarica le NTA prg_nta

(7) scarica la delibera 9/2012 2012-9 Delibera Piano Casa Assemblea Capitolina

Gli interventi di cui al Capo II della L.R. n. 21/2009 e ss.mm.ii. non si applicano alle seguenti componenti del PRG vigente sprovviste di pianificazione attuativa:

–  nelle Centralità Urbane e Metropolitane;
–  negli Ambiti di Riserva a Trasformabilità Vincolata.

I sopradetti interventi non si applicano inoltre nel Sistema dei Servizi, delle Infrastrutture e degli Impianti con riferimento a:
–  Servizi Pubblici di Livello Urbano;
–  Verde Pubblico e Servizi Pubblici di Livello Locale;
–  Infrastrutture per la Mobilità;
–  Reti Tecnologiche;
–  Aree per Nodi di Scambio;
–  Aree Aeroportuali;
–  Piattaforme Logistiche;
–  Infrastrutture Tecnologiche;
–  Impianti e Attrezzature per la Gestione del Ciclo dei Rifiuti.

(8) L’Ippodromo è opera di Julio Lafuente, l’architetto che disegnò e inaugurò nel ’59 l’impianto per le Olimpiadi di Roma del ’60 ed è stato inserito   nella Carta delle Qualità del nuovo piano regolatore di Roma come complesso specialistico di rilevante interesse urbano

(9) Delibera 9/2012: Gli interventi di cui al Capo II della L.R. n. 21/2009 e ss.mm.ii. si applicano ai beni inseriti nell’elaborato “Carta per la Qualità” del PRG vigente, previo parere conforme del competente Ufficio Capitolino che deve verificare l’ effettivo permanere dell’esigenza di tutela imposta dal carattere storico, artistico, urbanistico ed architettonico del bene inserito nell’elaborato “Carta per la Qualità”; il parere deve essere rilasciato entro il termine di 50 (cinquanta) giorni dalla richiesta, decorso infruttuosamente il quale, si intende favorevolmente reso.

______________________________________________________________________

Stadio della Roma: le nostre ragioni (e le leggende metropolitane)

22 dicembre ore 20.30. E’ stata approvata  in Assemblea Capitolina la  dichiarazione di pubblico interesse della “Proposta dello Stadio della Roma a Tor di Valle” – Studio di fattibilità”. 29 i voti favorevoli, 8 i contrari, 3 gli astenuti. Nella … Continua a leggere

Progetto stadio della Roma: si discute il pubblico interesse della Proposta

Carteinregola pubblica le slides della presentazione dell’Assessore alla Trasformazione Urbana Giovanni Caudo, il 17 dicembre  in Aula Giulio Cesare,  della Delibera relativa allo Stadio a Tor di Valle, il cui pubblico interesse è in discussione   all’Assemblea Capitolina. Un progetto … Continua a leggere

Stadio della Roma – le obiezioni

In questa pagina  – in costruzione – raccoglieremo le  obiezioni e le domande sul progetto Stadio della Roma da inoltrare man mano per avere le necessarie risposte, in attesa che l’Assessorato metta on line il progetto, i documenti e le … Continua a leggere

Stadio Tor di Valle – il documento dell’INU

L’INU Lazio (Istituto Nazionale di Urbanistica) ha pubblicato qualche giorno fa un documento in cui fa una dettagliata disamina di molte problematiche legate al progetto dello Stadio della Roma e soprattutto al “Business Park”, che  nascerebbe come “compensazione” dei costi … Continua a leggere

Stadio a Tor di Valle: Appunti di Carteinregola per le Commissioni congiunte

Riflessioni a margine della dichiarazione di interesse pubblico del progetto del nuovo stadio della Roma di Carteinregola 2 ottobre 2014 scarica la versione stampabile Carteinregola sullo stadio roma 3 ottobre 2014 Una premessa Difficile entrare nel dibattito in corso sul … Continua a leggere

Stadio della Roma: IL DIBATTITO CONTINUA

Il 2 ottobre si sono svolte le Commissioni congiunte Urbanistica, Mobilità, Ambiente, Sport,  in vista del parere che dovranno dare sull’ “interesse pubblico” della Delibera del nuovo Stadio della Roma(> vai alla pagina con la Delibera). Pubblichiamo il testo dell’intervento … Continua a leggere

Non solo stadio della Roma: carte in tavola

In questo agosto di serrato e rovente dibattito  sul nuovo stadio della Roma, abbiamo raccolto accorati appelli  per la prevalenza del pubblico interesse anche da fronti piuttosto inaspettati. Parliamo del  “Messaggero” , editore l’ Ing. Caltagirone, ma anche di politici … Continua a leggere

Nuovo Stadio della Lazio

PIU’ STADI PER TUTTI. 10 SETTEMBRE 2014. Come era prevedibile, partendo dal dibattito sul nuovo stadio della Roma, si sta aprendo un nuovo fronte: il nuovo Stadio della Lazio. Secondo Fabrizio Panecaldo (PD, coordinatore della maggioranza capitolina), “se noi riuscissimo … Continua a leggere

La delibera del Campidoglio per la costruzione dello stadio

(Il testo è stato pubblicato sul sito del quotidiano IL TEMPO, nella sezione SPORT il 6 settembre 2014) Premesso: che in data 1 gennaio 2014 èentrata in vigore la legge 27 dicembre 2013 n. 147 che stabilisce, al comma 304, … Continua a leggere

Lo stadio della Roma diventa la “Centralità- stadio della Roma”

Pubblichiamo il testo della Delibera approvata  il  4 settembre all’unanimità dalla Giunta di Roma Capitale (ma assente l’assessore Improta), che riconosce la pubblica utilità al progetto presentato per la realizzazione dello stadio della A.S. Roma a Tor di Valle. In … Continua a leggere

Stadio della Roma, ultim’ora

Aggiornamento ore 20.15  (dal sito Inside Roma) La riunione si è conclusa da poco portando un esito favorevole. La giunta ha deliberato l’interesse pubblico relativo allo stadio della Roma.Il progetto è stato approvato all’unanimità. Il sindaco Marino si è mostrato … Continua a leggere

Stadio della Roma: ascoltate la città

Carteinregola chiede ancora una volta al Sindaco Marino e  all’Assessore Caudo di mantenere la parola data in campagna elettorale e di  estendere   il confronto sul nuovo stadio della Roma e annessi  alla cittadinanza, mettendo  on line  tutti i materiali relativi … Continua a leggere

Stadio della Roma e oneri aggiuntivi

Riflessioni sugli oneri aggiuntivi e sull’ammontare delle somme concordate per le opere di pubblica utilità. Ma chi paga? di Paolo Gelsomini* “Il 4 settembre sarà dato l’ok della giunta alla pubblica utilità delle opere relative allo Stadio di Tor di … Continua a leggere

Stadio della Roma: fermate la macchina e discutiamone con la città

Si avvicina il termine (4 settembre) in cui il Comune di Roma dovrà esprimersi sul progetto dello Stadio della Roma a Tor di Valle, dopo la “bocciatura” dello studio di fattibilità  presentato a luglio da James Pallotta, presidente della A.S … Continua a leggere

Stadio Roma e quotidiani: consigli ai consiglieri

Mancava  Marroni… (Aggiornamento 27 agosto): Ieri mattina, con un comunicato  all’Agenzia “Dire”*, Tommaso Giuntella, presidente del Pd di Roma, ha fatto un intervento che echeggia molto la nostra ironica nota del giorno prima (vedi sotto) : “Il Partito democratico di Roma non ha nessuna intenzione di essere … Continua a leggere

Nuovo stadio della Roma

Scarica la Proposta Stadio Tor di Valle n.163 con relazione tecnica 4-9-2014 (grazie ai consiglieri M5S) >vai alla trascrizione dell’intervento dell’assesore caudo alle Commissioni congiunte del 2 ottobre e agli altir interventi Scarica le Riflessioni di Carteinregola a margine … Continua a leggere

Nuovo stadio della Roma: una questione di interesse pubblico (e di regole)

AGGIORNAMENTI 11 agosto 2014: La Regione Lazio prescrive di cercare una soluzione diversa e alternativa per lo svincolo della Roma-Fiumicino “Ci si è posto un problema: nel parere della Regione, che ci è giunto venerdì scorso e con il quale … Continua a leggere

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Nuovo Stadio della Roma e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Stadio della Roma: questa volta rispondiamo a Berdini nel merito

  1. Rodolfo Bracci ha detto:

    Avverto che c’è un problema nella Vs. comunicazione: non è possibile trovare la pagina con il resto dell’articolo. RB

  2. Fiorenza Rossetto ha detto:

    finalmente qualcuno che si permette di non essere d’accordo con le dichiarazioni dell’ing.Paolo Berdini. A volte non si capisce da che parte stia. Noi abbiamo già avuto modo di contestarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...