Progetto Fori: la Commissione Paritetica, il Sindaco Marino e il Sindaco Petroselli

Il Sindaco Petroselli (terzo da sinistra) Archivio L'Unità  Sez. Foro Romano progetti pe rla valorizzazione dei Fori Imperiali

Il Sindaco Petroselli (terzo da sinistra) Archivio L’Unità Sez. Foro Romano progetti pe rla valorizzazione dei Fori Imperiali

Sul quotidiano La Repubblica di oggi (1), il Presidente della “Commissione Paritetica per l’elaborazione di uno studio per un Piano strategico per la sistemazione e lo sviluppo dell’Area Archeologica Centrale di Roma” Giuliano Volpe, risponde all’intervista rilasciata dall’assessore Caudo sempre a Repubblica il 3 gennaio(2) sulla volontà dell’amministrazione Marino di portare avanti il Progetto Fori con il ripristino della continuità dei Fori  smantellando la strada costruita all’inizio degli anni ’30 da Mussolini (3). In realtà, nonostante l’annuncio, il titolo e il sommario dell’articolo anticipino  che “il Mibact “boccia” Caudo:  impossibile smantellare via dei Fori Imperiali“, le dichiarazioni di Volpe sono in realtà  un capolavoro di “svicolamento” davanti alle domande, inutilmente  incalzanti,  del giornalista Boccacci. Eccole:

1) “Qualè il giudizio sul progetto [del Campidoglio, confermato da Caudo nell’intervista a Repubblica]?
2) “Il Campidoglio è favorevole allo smantellamento…e voi”?
3/4) “Che proponete?… Che cosa bisognerebbe aspettare?”
5) “…Che manca per realizzare un sogno coltivato ormai da tre decenni?”
6)”…La commissione è divisa…Adriano La Regina è favorevole allo smantellamento, con una posizione opposta a quella degli altri componenti…”
Ed ecco le risposte, rispetto allo smantellamento di Via dei Fori Imperiali, che non arrivano a nessuna  conclusione chiara (tantomeno a un “no” deciso):
1) L’assessore Caudo [che nell’intervista ha definito “contraddittoria” la posizione della Commissione sulla rimozione della strada aggiungendo che restituisce posizioni diverse NDR] “su questo punto ha frainteso i contenuti della relazione(4)
2) La commissione ha sottolineato che “Via dei Fori Imperiali …è ormai parte integrante del paesaggio urbano… svolge una funzione di collegamento essenziale nella città
3/4)  “Abbiamo proposto una soluzione progressiva…un sostanziale miglioramento della situazione  dell’attuale strada”“E soprattutto un progetto organico…”
5) “C’è un problema tecnico che riguarda i livelli degli scavi, molto inferiori a quello della strada [sic!]” “la commissione ha proposto di proseguire sulla via dello studio e della progettazione di soluzioni innovative…
6) “La Regina ha condiviso l’intera impostazione… solo sul punto della conservazione del tracciato strada c’è stata una posizione differente…”[il punto centrale del Progetto Fori NDR] e “più sui tempi che sugli obiettivi da raggiungere”
L’unica cosa che ci sembra chiara, in realtà,  è  che nessuno ha il coraggio di realizzare davvero il progetto di Cederna, Argan  e  Petroselli, ma neanche di dire che il progetto di  Cederna, Argan e Petroselli non “s’ha da fare”.  Quindi si fa  un  po’ di teatro, si adducono i  “tanti  problemi tecnici“, dal dislivello in su – cioè si scopre  l’acqua calda alla faccia di tutti quelli che da decenni hanno lavorato a un  progetto che non è più da pensare, solo da realizzare –  e si  chiede  altro tempo  per approfondire  ancora. Naturalmente  per passare da uno “studio” a “un progetto strategico condiviso“… senza  “preconcetti“, evitando le “polemiche“, e superando “le posizioni ideologiche contrapposte“. Amen.

A  questo punto la palla passa a Ignazio Marino, che deve scegliere tra la silenziosa eutanasia del progetto prospettata dalla Commissione Paritetica (e dal  ministro Franceschini?) e la realizzazione del Progetto Fori che ha promesso ai suoi elettori (5), portato avanti dal suo assessore, ma  che in realtà non è nè di Marino, nè di Caudo,  ma  di Argan, Cederna,  Petroselli (Benevolo, Insolera, Calzolari, Nicolini…) (6).
In questi tempi bui, noi cittadini guardiamo al Sindaco Marino con fiducia e timore, perché sappiamo che si trova ad  un bivio. Da una parte può approfittare delle eccezionali circostanze negative per tirare fuori un  coraggio eccezionale  e passare alla storia (non solo con il Progetto Fori). Dall’altra può scivolare più o meno consapevolmente nel solito opportunismo all’italiana, che prevede virtuose dichiarazioni d’intenti, che non passano mai ai fatti, mentre tutto continua come prima.  Ma in questo caso, il destino della Capitale sarebbe segnato:  una lenta agonia, che forse è cominciata proprio quando si è persa la capacità di credere a progetti che pensavano in grande. In grande per l’ambizione del cambiamento e per il coinvolgimento di tutti e  di tutta la città.

fori light.IMG_5491 JPG

____________________________________________________________

(1)Scarica il PDF La Repubblica 6 gennaio Volpe su Progetto Fori

repubblica 6 gennaio volpe su Fori

(2)Repubblica 3 gennaio 2014 “Così demoliremo via dei Fori imperiali”Dopo il parere del tavolo degli esperti l’assessore Caudo pronto a abbattere la strada del Ventennio di PAOLO BOCCACCI (in calce*) L’articolo sul sito di Repubblica Roma  in poche ore raggiunge il record di 3000 condivisioni

(3) Mussolini  fece radere  al suolo antichi quartieri,  facendo spianare uno dei colli di Roma, la collina Velia (> leggi la storia  in sintesi sul sito Daiforiallappia)

(4)copertina paritetica MIBACT-Roma Capitale per Fori> scarica la Relazione della Commissione paritetica MiBACT-Roma Capitale per l’elaborazione di uno studio per un Piano strategico per la sistemazione e lo sviluppo dell’Area Archeologica Centrale di Roma Commissione paritetica MiBACT relazione_finale

(5 DA “ROMA E’ VITA” IL PROGRAMMA ELETTORALE DEL SINDACO MARINO- maggio 2013  Capitolo 5.5. L’APPIA ANTICA E IL PROGETTO FORI > SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO Programma_MarinoSindaco

(6) (…) “Il progetto per il ripristino dei Fori e dell’area archeologica centrale fu sostenuto dal sindaco Luigi Petroselli con entusiasmo e disponibilità culturale sorprendenti. Anzi, “il grigio funzionario di partito” venuto dalla gavetta di Viterbo diventò, insieme a Cederna, il protagonista del progetto Fori. L’idea della storia collocata al centro della città, sotto forma di vertice intra moenia del parco dell’Appia Antica – una grande pausa, dal Campidoglio ai Castelli Romani in una conurbazione senza fine e senza qualità – raccolse vasti e qualificati consensi. Favorevoli Insolera Forifurono soprattutto i cittadini di Roma, che parteciparono in massa a quelle straordinarie occasioni determinate dalla chiusura domenicale della via dei Fori e alle visite guidate ai monumenti archeologici. Con determinazione e rapidità inusitate, Petroselli mise mano fattivamente all’attuazione del progetto provvedendo all’eliminazione della via del Foro Romano, che da un secolo divideva il Campidoglio dal Foro Repubblicano, e all’unione del Colosseo – sottratto all’indecorosa funzione di spartitraffico – all’Arco di Costantino e al tempio di Venere e Roma. Si realizzò allora la continuità dell’area archeologica, liberamente percorribile, dal Colosseo al Campidoglio...”
Antonio Cederna, Luigi Petroselli, il progetto Fori 26.08.2006

Vedi anche:

Progetto Fori, la merce e la città Pubblicato il

Convegno Archeologia e città: dal progetto Fori all’Appia Antica organizzato dall’Associazione Bianchi Bandinelli del 21 marzo 2014 scarica le slides dell’assessore Caudo con la presentazione del progetto PROGETTO FORI PRESENTAZIONE CAUDO 21 3 2014 (> VAI ALLE SLIDES DELL’INTERVENTO)

Materiali

Repubblica 18 marzo 2014 La demolizione di via dei Fori, ecco il piano del Comune Percorsi pedonali collegheranno Monti all’area archeologica Dopo il primo stop al traffico ai piedi del Colosseo, il cronoprogramma dell’assessore Caudo per smantellare quasi interamente la strada di Mussolini di FRANCESCO ERBANI

La storia dettagliata del progetto Fori, si può leggere  oltre che su eddyburg.it, in due volumi recenti: E.Baffoni, V. De Lucia, La Roma di Petroselli, Roma 2011 e V. De Lucia, Nella città dolente, Roma 2013.

In eddyburg, in particolare:
V. De Lucia, Antonio Cederna, Luigi Petroselli, il progetto Fori
V. De Lucia, L’Appia antica e il Progetto Fori

mussolini-breaking-ground-via-dell-large-msg-1108366021-2

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in beni culturali, Progetto Fori e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Progetto Fori: la Commissione Paritetica, il Sindaco Marino e il Sindaco Petroselli

  1. Pingback: Progetto Fori: ci vuole chiarezza | carteinregola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...