TORNERANNO A 12 LE COMMISSIONI CAPITOLINE?

Commissioni congiunte sullo Stadio della Roma 2 ottobre 2014

Commissioni congiunte sullo Stadio della Roma 2 ottobre 2014

Prendono uno stipendio ridicolo, i consiglieri di Roma Capitale, soprattutto se paragonato a quello dei parlamentari e dei consiglieri regionali. Ma questo non può giustificare che le riunioni delle commissioni siano spesso  semideserte: tranne rare eccezioni, come le commissioni congiunte sullo stadio Tor di Valle, nella stragrande maggioranza delle sedute a cui abbiamo assistito erano presenti da uno a tre consiglieri, escludendo naturalmente quelli che arrivavano, firmavano la presenza e se ne andavano, senza alcun imbarazzo di fronte a noi allibiti cittadini. Nessun video streaming delle sedute, nessun resoconto stenografico, nessuna registrazione audio disponibile, e soprattutto quasi nessun verbale pubblicato in tempi decenti: scorrendo le convocazioni delle commissioni pubblicate sul sito del Comune di questi giorni, si ha l’impressione di un’affannosa rincorsa a “mettersi in pari”…

Molti  infatti gli  “ordini del giorno” che prevedono l’approvazione di verbali addirittura del giugno scorso (1). Sarebbe interessante verificare con adeguate statistiche l’impegno dei consiglieri di maggioranza opposizione nello svolgimento di questo importante compito istituzionale, soprattutto dei tanti pontificatori che fino a poco tempo fa rivendicavano più spazio nelle decisioni e più incarichi  e/o poltrone. Rivendicazioni ridimensionate dai recenti avvenimenti, che pare stiano spingendo il PD a chiedere di riportare a 12 il numero delle commissioni, tagliando quelle “speciali”. Dopo che, secondo le parole di Alfio Marchini (Lista Marchini) riportate dal Messaggero (2), solo “poche settimane fa il PD aveva addirittura proposto di reintrodurre i consiglieri delegati“, cioè l’affidamento ad alcuni consiglieri di responsabilità su settori specifici dell’amministrazione (ricordiamo ad esempio il ruolo di delegato al Piano Urbano Parcheggi, ricoperto nella scorsa consiliatura da Antonello Aurigemma e poi da Alessandro Vannini) pratica che il Sindaco Marino ha – meritoriamente – abolito.

sito assemblea capitolina dicembre 2014Post scriptum: con l’arrivo della neopresidente del Consiglio Valeria Baglio (PD) anche la sezione dell’Assemblea capitolina ha avuto un “restiling”, con l’aggiunta di un apagina Assemblea Capitolina Comunic@. Ancora però siamo ben lontani da quella trasparenza che sarebbe doverosa da parte del massimo organo della Capitale: anche in questo caso le sedute trasmesse in streamig e per radio non sono registrate e consultabili in seguito. Nemmeno l’ombra di un resconto stenografico (come invece accade per il Consiglio Regionale Lazio) e le convocazioni con gli ODG dell’Assemblea e delle  Commissioni sono in formato PDF,  che bisogna scaricare, aprire e leggere, con un testo che  non si può copiare  (e i non vedenti non possono utilizzare i programmi dedicati per la lettura audio dei testi on line). E soprattutto  le convocazioni delle commissioni sono un elenco pasticciato che sembra fatto per impedire ai cittadini (le sedute sono pubbliche) di sapere di cosa si occuperanno. Così noi di Carteinregola invieremo per l’ennesima volta la lettera di richieste  che abbiamo già mandato all’allora Presidente Pomarici nel gennaio 2013 (3) e all’ex Presidente Coratti nel luglio 2013 e in seguito (4) (A Coratti a cui va riconosciuto il merito dello streaming, anche se è comunque troppo poco)

PDF ODG tipo delle Commissioni capitoline

PDF ODG tipo dell’Assemblea Capitolina

PDF ODG tipo delle Commissioni Capitoline

PDF ODG tipo delle Commissioni Capitoline

Leggi anche:

Commissioni CapitolinePubblicato il 08/07/2013 di carteinregola [ultimo aggiornamento 5 dicembre 2014] [dal sito di Roma Capitale] Commissioni Capitoline Cosa sono e come funzionano Le Commissioni Capitoline, organi propulsori dell’attività assembleare, sono disciplinate dal Regolamento del Consiglio Comunale (oggi Assemblea Capitolina) e sono istituite per realizzare un … Continua a leggere →

scarica lo statuto di Roma Capitale STATUTO_ROMA_def_T_VOLUMETTO

____________________________________________________________

(1) Lo scorso 12 dicembre all’ordine del giorno della commissione Trasparenza, il cui (ex?) Presidente è Giovanni Quarzo (FI), indagato per associazione a delinquere di stampo mafioso nell’ambito dell’inchiesta “Mondo di mezzo”, c’era l’approvazione dei verbali del 6-11-12-23-17-19 – 20 giugno 2014, 9-11-16-17-18-20-21-23-29 e 30 luglio 2014, 4-5-6 agosto 2014, 10 dicembre 2014…

(2) messaggero commissioni 17 dicembre 2014

(3) Carteinregola chiede più trasparenza in Campidoglio Pubblicato il di Quanti cittadini si sono mai recati nell’aula del Consiglio a sentire con le proprie orecchie   il più o meno serrato confronto  tra maggioranza e opposizione sui destini della Capitale? Eppure le sedute consiliari sono pubbliche: é un diritto di tutti … Continua a leggere

(4)  Cambiamo dall’inizio Pubblicato il 13/07/2013 di carteinregola Le linee programmatiche che il Sindaco Marino presenterà all’Assemblea Capitolina giovedì 18 luglio. La richiesta  di Carteinregola della pubblicazione on line dei testi delle Proposte prima del Consiglio. Carteinregola ha chiesto per mesi, inutilmente, all’ex Sindaco Alemanno,  all’ex Presidente del … Continua a leggere →

Le nostre richieste al Presidente Coratti Pubblicato il 20/04/2014 di carteinregola…e ai Presidenti delle Commissioni Capitoline. Un’aggiunta del 23 aprile: Segnaliamo  che la comunicazione pubblica delle attività delle commissioni – l’ODG e la data e l’orario di convocazione  – è  spesso troppo tardiva (in certi casi anche solo 48 ore … Continua a leggere →

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a TORNERANNO A 12 LE COMMISSIONI CAPITOLINE?

  1. Daniele Frongia ha detto:

    A tal proposito vi giriamo il nostro comunicato di oggi:

    Omniroma-COMUNE, M5S: TROPPE COMMISSIONI, RIDURRE IL NUMERO
    (OMNIROMA) Roma, 18 DIC – “Le commissioni capitoline sono troppe. L’attuale regolamento prevede 12 commissioni permanenti più un numero indefinito di commissioni speciali, di cui 3 stabilite dal regolamento stesso. Le commissioni speciali attive nel 2014 sono state 11. Sono troppe, i consiglieri del Movimento 5 Stelle lo hanno detto da subito e, da ieri, lo dicono anche i consiglieri della maggioranza. Sono troppe e non se ne capisce il motivo, dato che oltre la metà di esse si è riunita meno di una volta al mese. La commissione Legalità e diritti, presieduta da Riccardo Magi (Lista Marino), si è riunita due volte. La commissione Nuove povertà, presieduta da Gianni Alemanno (Alleanza Popolare Nazionale), e la commissione Tutela dei consumatori, presieduta da Alessandro Onorato (Lista Marchini), si sono riunite tre volte”. Così una nota del Movimento 5 stelle in Campidoglio.
    “Sono troppe e non se ne capisce il motivo – aggiunge – dato che i consiglieri le snobbano e non prendono parte ai lavori. La commissione Razionalizzazione della spesa ha raggiunto il numero legale solo in 21 occasioni, nonostante il Presidente Daniele Frongia (Movimento 5 Stelle), l’abbia convocata per 54 volte. Il vice Presidente, Franco Marino (Lista Marino), zero presenze. Dario Rossin (Forza Italia) ha totalizzato due presenze, una delle quali per una durata complessiva di pochi minuti; Marco Pomarici (Verso la Lega dei Popoli con Salvini) e Ilaria Piccolo (Partito Democratico) hanno totalizzato 5 presenze; Alfredo Ferrari (Partito Democratico) ha totalizzato 6 presenze, una ogni due mesi. Si chiede a tutti i Presidenti delle commissioni permanenti e speciali di pubblicare i dati sulla partecipazione di ogni membro, analogamente a quanto fatto dalla commissione Spending presieduta dai cinquestelle. La Commissione suggerisce di azzerare l’attuale struttura e ridisegnarne una analoga a quelli che saranno i nuovi assessorati di Roma Capitale e di ridurre e ripensare le commissioni speciali. Sulle speciali, tuttavia, al momento si è ipotizzata la soppressione della sola commissione presieduta dal M5S (anche questo è un criterio: chi lavora viene punito)”.
    red

  2. Pingback: A cosa servono le Commissioni Capitoline? |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...