Sposarsi a Roma (ma non al Colosseo)

La Delibera approvata dall’Assemblea Capitolina “Sposarsi a Roma” non prevede alcun rito nuziale  al Colosseo nè in altri luoghi archeologici, anche perchè come, ribadito dal consigliere capitolino Rita Paris  “il Colosseo è di competenza dello Stato, con parere vincolante del Ministero dei Beni culturali” “la sua unicità di patrimonio non solo romano ma universale  ne esclude un utilizzo simile”

106 da matrimonioweb

_________________________________________________________

Su proposta del Consigliere Panecaldo (PD) il 29 maggio scorso   l’assemblea Capitolina ha approvato una Delibera battezzata “Sposarsi a Roma” (1),   che prevede “che siano individuati, con deliberazione di Giunta, i luoghi da destinare in tutto o in parte alle celebrazioni dei matrimoni civili, oltre ai luoghi attualmente utilizzati”. Quindi si offrirà a tutti coloro che si sposano nella Capitale  la possibilità di celebrare il matrimonio in locations suggestive, come previsto dalla Circolare n.10/20014 del Ministero dell’Interno,  che riporta il parere  del Consiglio di  Stato (2) che stabilisce che “l’esternalizzazione del rito matrimoniale in siti a valenza storico- artistica o paesaggistica rappresenta un’opzione coerente con i valori protetti dalla Carta Costituzionale“.    Una possibilità che, se applicata con i necessari “paletti”,  permetterebbe alla gente di “vivere” la città e gli spazi non solo come luoghi da difendere e tutelare (necessità prioritaria e indiscutibile) ma anche come luoghi dove stare insieme e festeggiare. Naturalmente ci sono molti aspetti da valutare attentamente: primo fra tutti l’impatto sui luoghi  e il rischio di  danni all’ambiente e all’archeologia, il mantenimento dell’accesso pubblico dei siti aperti ai visitatori,  lo stravolgimento dell’identità dei luoghi al servizio delle esigenze del “business”,   l’alta possibilità che l’iniziativa possa diventare  un  Cavallo di Troia per altri “eventi” commerciali ancora più impattanti.

Come al solito si tratta  di stabilire le regole e di farle rispettare, soprattutto per i luoghi di pregio storico o ambientale. Sono comunque assolutamente da escludere  il Colosseo (e i  monumenti archeologici), che – come ha ribadito  in un comunicato Rita Paris (lista civica Marino) –  “è di competenza dello Stato, con parere vincolante del Ministero dei Beni culturali” “la sua unicità di patrimonio non solo romano ma universale  ne esclude un utilizzo simile”. Quanto alle locations sull’Appia Antica,  precisa sempre la Paris, che dell’area è responsabile per la Soprintendenza“si tratta di ville private, non direi mai sì per aree archeologiche o monumenti».(3)
In ogni caso, per qualunque luogo pubblico,  devono essere fissate norme rigide che garantiscano  la vigilanza,  le assicurazioni, la fruizione dei luoghi da parte dei normali visitatori , un congruo ritorno economico (magari da destinare al restauro e alla manutenzione del nostro patrimonio)  etc.

E tutto ciò – fortunatamente – è previsto dalla delibera approvata,  che stabilisce “che sia individuato un tariffario per i suddetti luoghi, tempi e modalità di utilizzo, in base
al servizio richiesto” e  “che, a cura della Giunta, entro sessanta giorni dall’approvazione della deliberazione, si rediga un regolamento per la celebrazione dei matrimoni.”

Da pianetadonna

Da pianetadonna

Nessuna traccia nella Delibera quindi, di matrimoni al  Colosseo nè in  altri luoghi, che saranno individuati in seguito. L’unico che si è fatto prendere un po’ troppo la mano nelle dichiarazioni giornalistiche   è il promotore  Panecaldo (4), il cui entusiamo fotunatamente non è condiviso dal Ministro Franceschini, che ha liquidato la faccenda con un “Nozze al Colosseo? Mi sembra unidea a dir poco stravagante..

Carteinregola seguirà passo passo lo sviluppo del regolamento. Per il momento tiriamo un respiro di sollievo, dopo aver temuto che l’Anfiteatro Flavio potesse diventare lo scenario di  passerelle  kitsch, banchetti e  lancio del riso, trasformando un’icona  della nostra storia e cultura  in  quella sorta di Disneyland napoletana  dove ci si può sposare anche in costume d’epoca con carrozze e cavalli, immortalata dalla prima scena di “Reality” di Mattero Garrone…

POST SCRIPTUM: Panecaldo ha risposto al nostro “Tweet”  su questo articolo con una frase che sintetizza prfettamente  la filosofia che ultimamente sembra avere sempre più sostenitori: E’ sacro? Mica e’ Altare della Patria! A chiuso 10 matrimoni anno = 1-2 mln € destinati a manutenzione 

Reality s.antonio abate la sonrisa.

Dal film “Reality” di Mateto Garrone

_____________________________________________________________

(1) scarica la delibera Sposarsi a Roma – Proposta RC.2014.4874_PD_34_2014

(2) scarica la Circolare n. 10 2014 matrimoni del febbraio 2014 con il parere del Cosniglio di Stato del 22 gennaio 2014

(3) La Repubblica 31 maggio 2014 “Colosseo e Appia antica no alle location per matrimoni” Lo stop dell’archeologa Paris

SCARICA IL COMUNICATOPARIS Matrimoni Colosseo

(4) Matrimoni, presto il ‘sì’ al Colosseo o allo stadio Olimpico Via libera alla delibera del consigliere Pd Panecaldo, ora sarà ora trasmessa all’Assemblea capitolina. Il rito civile potrà essere celebrato, oltre che nella sala Rossa del Campidoglio e nel Tempietto di Caracalla, anche a Villa Borghese o in spiaggia a Ostia, in villa pubbliche o private pagando un canone annuale all’amministrazione

Nozze al Colosseo: Roma approva la delibera

ITALIA

Nozze al Colosseo: Roma approva la delibera

ITALIA

3 giugno 2014 Nozze al Colosseo: Roma approva la delibera  Tutto pronto per le nozze al Colosseo, nelle ville private sull’Appia Antica, o magari sull’Ardeatina. L’Assemblea del Comune di Roma ha approvato la delibera “Sposarsi a Roma”, proposta dal consigliere Pd e coordinatore della maggioranza capitolina Fabrizio Panecaldo, che estende il numero di location adibite a celebrare i matrimoni civili.

Tutto pronto per le nozze al Colosseo, nelle ville private sull’Appia Antica, o magari sull’Ardeatina. L’Assemblea del Comune di Roma ha approvato la delibera “Sposarsi a Roma”, proposta dal consigliere Pd e coordinatore della maggioranza capitolina Fabrizio Panecaldo, che estende il numero di location adibite a celebrare i matrimoni civili.
 – See more at: http://www.lagenziadiviaggi.it/notizia_standard.php?IDNotizia=175827&IDCategoria=1#sthash.efP1vPeQ.dpuf
Tutto pronto per le nozze al Colosseo, nelle ville private sull’Appia Antica, o magari sull’Ardeatina. L’Assemblea del Comune di Roma ha approvato la delibera “Sposarsi a Roma”, proposta dal consigliere Pd e coordinatore della maggioranza capitolina Fabrizio Panecaldo, che estende il numero di location adibite a celebrare i matrimoni civili.
 – See more at: http://www.lagenziadiviaggi.it/notizia_standard.php?IDNotizia=175827&IDCategoria=1#sthash.efP1vPeQ.dpuf

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in politica della cttà e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sposarsi a Roma (ma non al Colosseo)

  1. Daniele Frongia ha detto:

    Mi piacerebbe vedere e sentire la consigliera Paris più spesso in Assemblea Capitolina. Raramente la vediamo e ancor più raramente interviene in Aula e nelle Commissioni.

    • Rita Paris ha detto:

      Sorprende che il consigliere Frongia, invece di entrare nel merito della questione, si preoccupi delle mie presenze in Assemblea e nelle Commissioni. Evidentemente sono attenta e partecipe essendo stata l’unica a fare un comunicato sui veri contenuta della proposta. Sappia il collega consigliere che quando non sono presente (in Consiglio lo sono quasi sempre) è per svolgere il mio compito di Funzionario dello Stato per difendere l’Appia dall’abusivismo e per mantenere e valorizzare il patrimonio culturale che appartiene alla collettività. Sono aperta al confronto su qualsiasi tema ma la polemica fine a se stessa non serve ad alcuna causa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...