Conseguenze del Decreto del fare sull’ edilizia: di cosa parliamo

foto-3 ecomostriSempre a proposito del cosiddetto “Decreto del fare” diventato   legge il 9 agosto 2013, e  dell’articolo 30, che permette di modificare le sagome degli edifici con una semplice SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) e, grazie a un emendamento, anche  di derogare alla distanza minima di 10 metri tra i fabbricati,  ecco cosa  potrà succedere adesso  in tutta Italia, dove i residenti delle le aree  che non avranno la fortuna di essere  tra quelle indicate dai Comuni come zone storiche o di pregio  “nelle quali non è applicabile la segnalazione certificata di inizio attività per interventi di demolizione e ricostruzione”, potranno trovarsi nei panni dei malcapitati protagonisti del servizio del TG3  realizzato a  Milano il 7 maggio 2012. Persone  che si ritrovano a  convivere con palazzi spuntati  a pochi metri dalle loro finestre e balconi, dove in molti casi non arriva più la luce del sole…  (> guarda il servizio)

tg ecomostri milano

Intanto Carteinregola ha inviato l’articolo “Decreto del fare, quello che non bisognava fare”, accompagnato dalla lettera in calce,  a decine di deputati e senatori, ma finora ha risposto  solo l’on.Gianni Melilla, deputato SEL (partito che  ha votato contro il Decreto). Suggeriamo comunque l’istruttiva lettura del dibattito avvenuto in Senato proprio sull’art.30 (1) da cui si evince la piena consapevolezza dei senatori dei rischi da noi segnalati, dato che numerosi interventi dell’opposizione (SEL; M5S) e della senatrice Ricchiuti (PD), li hanno ampiamente dibattuti.

Gentile Senatore, Gentile Deputato,

Immagine 7

Un edificio costruito nei pressi di Viale Corsica a Milano

ogni tanto ci chiediamo se i parlamentari leggano i decreti prima di votarli  e approfondiscano gli emendamenti prima approvarli.  In questo caso non riusciamo a capire come siano  potuti  passare senza colpo ferire articoli come quello del cosiddetto “Decreto del fare” che consente la modifica delle sagome dei palazzi da abbattere e ricostruire senza chiedere il Permesso di Costruire ma con una semplice SCIA  (Segnalazione Certificata Inizio Attività) e l’emendamento che consente addirittura di ridurre le distanze tra gli edifici, con gli effetti che si possono vedere nella foto allegata della palazzina “spuntata” nel cortile  di Via Zambeletti a Milano,  a meno di 5 metri dai balconi adiacenti.

E ci chiediamo anche quale sia la logica che introduce l’esenzione  da ogni tassa per il proprietario di una barca fino a 14 metri (quattordici!) e  che dimezzi le tasse ai proprietari di barche fino a 20 metri (venti!), cioè di yacht. Superbenestanti  che  non pagano niente o pagano la metà, mentre ad esempio chi

ha un trabiccolo per vendere ortaggi, con cui lavora, paga al posto loro.

Immagine 8

Un palazzo costruito in un cortile in Via Lavagna a Milano

E questo nel momento in cui per recuperare i mancati introiti di una tassa se pur rozzamente progressiva (Imu), si aumentano le marche da bollo, le accise, le tasse sui fiammiferi, sulla spazzatura, e altre imposte indirette, che vanno a pesare indiscriminatamente su tutti, e quindi anche sui meno abbienti…

Laboratorio Carteinregola

(1) resoconti stenografici dal sito del Senato:

Legislatura 17ª – Aula – Resoconto stenografico della seduta n. 089 del 06/08/2013 RESOCONTO STENOGRAFICO http://www.senato.it/loc/link.asp?leg=17&tipodoc=sanasen&id=29110

Seduta pomeridiana di mercoledì 7 agosto,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in beni culturali, Decreto del fare, leggi e normative, politica della cttà, Uncategorized, urbanistica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Conseguenze del Decreto del fare sull’ edilizia: di cosa parliamo

  1. Pingback: il Decreto del dis-fare | carteinregola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...