Ecco la nuova Giunta

nuova giunta 2015

da six in alto: Alessandra Cattoi, Giovanni Caudo, Marta Leonori, Estella Marino, Giovanna Marinelli, Francesca Danese, Maurizio Pucci, Alfonso Sabella, Luigina Di Liegro, Marco Causi, Marco Rossi Doria, Stefano Esposito

Quattro  i nuovi assessori che entrano nella nuova Giunta Marino: due  politici collaudati e due esponenti della società civile già prestati alla politica. Il deputato PD Marco Causi, ex assessore al Bilancio di Veltroni dal 2001 al 2008, diventa  vicesindaco e assessore al Bilancio (1). Stefano Esposito, senatore PD, già commissario per il Partito Democratico  a Ostia,  è il nuovo Assessore  alla Mobilità e ai Trasporti. Marco Rossi Doria, il “maestro di strada” negli anni 90 e poi sottosegretario all’istruzione nei governi  Monti e Letta, va alla Scuola e alle Periferie. Luigina Di Liegro riceve invece la delega   al Turismo: provienente  dal mondo dle volontariato e dell’amministrazione, candidata del PD alle comunali del 2013 e entrata da poco all’Assemblea capitolina, è stata assessore regionale nel 2009 con  la Giunta Marrazzo . I nuovi assessori  sostituiscono   Luigi Nieri (SEL)  (vicesindaco e assessore alle periferie), Silvia Scozzese (Bilancio), Guido Improta (Mobilità) e Paolo Masini (PD) (Scuola e Sport). Le deleghe di Masini vanno in parte a Rossi Doria (Scuola) e in parte a Giovanna Marinelli (Cultura), che prende  la delega allo Sporte cede   la delega al Turismo a Luigina Di Liegro. Restano in carica Alessandra Cattoi, Giovanni Caudo, Francesca Danese, Marta Leonori, Giovanna Marinelli, Estella Marino, Maurizio Pucci e Alfonso Sabella. Pubblichiamo i profili ufficiali e varie informazioni sui nuovi assessori. Intanto Sinistra Ecologia e Libertà lascia la maggioranza, riservandosi di decidere il voto in Assemblea dopo una valutazione su ogni specifica delibera (> leggi tutto su carteinregola.it)

Pubblicato in politica della cttà, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ischia, non vendete quel museo.

villaarbusto ischia museoAppello dell’Associazione Bianchi Bandinelli

L’isola di Ischia è stata sede del più antico insediamento fisso dei Greci che avevano raggiunto l’Italia meridionale. La splendida parabola della Magna Grecia inizia con questo originario scalo marittimo, chiamato Pithecusa. Nella località di San Montano, in comune di Lacco Ameno, dalla fine degli anni ’40 del XX secolo si sono svolti scavi archeologici, diretti da Giorgio Buchner, ischitano di nascita e di spirito, per quanto di ascendenza tedesca. Buchner ha studiato e pubblicato quanto contenevano più di settecento sepolture, deposte in fosse, di inumati e di incinerati, databili dalla metà dell’VIII a. C. all’età romana imperiale. Sono le più antiche di queste sepolture che ci documentano della vita sociale e produttiva dei Pithecusani di VIII e VII secolo a. C.: provenienti da varie regioni della Grecia propria e di quella dell’Est accoglievano fra loro mercanti ed artigiani fenici, oltre ad esperti falegnami di stirpe locale e donne dal basso Lazio alla Campania interna. Inoltre, sono documentati precisi rapporti con la Sardegna e la Spagna. A Pithecusa si svolgevano attività di riduzione del minerale ferroso proveniente dall’etrusca isola d’Elba così da poter poi scambiare in Grecia propria il metallo così ricavato. (> leggi tutto)

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Commissioni capitoline: la solita storia

Campidoglio panorama foto ambm IMG_3019

Per la seconda la volta non viene nominato alla Presidenza della Commissione Trasparenza  un consigliere del  Movimento Cinquestelle,  grazie  alle solite alchimie politiche che speravamo che Mafia capitale avesse archiviato per sempre. E alla Presidenza della Commissione Bilancio si insedia  una consigliera PD, Giulia Tempesta,  che – a giudicare dal suo curriculum – di bilanci non se ne intende affatto, mentre non è stato  preso in considerazione il consigliere (peraltro di maggioranza) Riccardo Magi, che proprio sul bilancio capitolino ha portato avanti giuste battaglie (guadagnandosi l’ostilità di Buzzi & Carminati).  Centrosinistra al governo e centrodestra all’opposizione – entrambi pesantemente coinvolti nelle inchieste – ci sembra che continuino  imperterriti  a cercare salvare  solo se stessi, mentre la città va sempre più a fondo > leggi l’articolo su carteinregola.it

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il violento attacco del Messaggero all’assessore Caudo

ex fiera di roma map

n un quadro  assai incerto,  dove ogni giorno spuntano nuovi nomi di assessori  che nell’inevitabile rimpasto di giunta potrebbero saltare e/o subentrare, il  quotidiano romano di cui è editore il potentissimo imprenditore Gaetano Caltagirone attacca Giovanni Caudo  per aver tagliato le cubature nella ex Fiera di Roma, quelle che  Alemanno aveva fatto lievitare per coprire i buchi della nuova Fiera.  E lo accusa di aver concesso troppe cubature al costruttore Parnasi per compensare le opere infrastrutturali necessarie alla sostenibilità del nuovo Stadio della Roma.

Ex Fiera di Roma, vince il verde. Caudo sfida l’ira dei costruttori” titolava il 14 luglio Affari italiani (1) commentando l’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina della Delibera per la risistemazione dell’area della ex Fiera di Roma, 7,6 ettari di capannoni sulla Colombo (VIII Municipio), da nove  anni in abbandono. E,  a giudicare da un articolo pubblicato  su Il Messaggero, di cui è editore l’imprenditore/costruttore  Caltagirone,  a quanto pare qualcuno si è arrabbiato davvero. Infatti   il 16 luglio il  quotidiano romano  ha sferrato un durissimo attacco all’assessore alla Trasformazione Urbana, su un doppio fronte: la  Delibera per la riqualificazione della ex Fiera di Roma,  e l’operazione “Stadio della Roma”, su cui il quotidiano romano ha già versato fiumi d’inchiostro, lanciando allarmi  speculazioni e arrivando incredibilmente ad  abbracciare le posizioni dei più intransigenti ambientalisti. > continua a leggere

Pubblicato in politica della cttà, urbanistica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Voci di rimpasto di Giunta: aria nuova o la solita “sminestra”?

Immagine della testata del sito del Presidente Renzi

AGGIORNAMENTI 17 LUGLIO: dopo un’ipotesi “vicesindaco Vendola” (segretario nazionale SEL) peraltro piuttosto fantascientifica, oggi è spuntata l’ipotesi  Marco Causi, ex Assessore al bilancio della giunta Veltroni  dal 2001 al 2008, e dal 2008 a oggi parlamentare PD. Noi vogliamo  ricordare che quando Veltroni cedette il posto ad Alemanno, dopo la sconfitta del centro sinistra guidato da Rutelli,  il debito di Roma  (accumulato in vari anni),  poi blindato da una gestione commissariale e spalmato sugli anni e le generazioni a venire, ammontava a circa 22 miliardi (pre Alemanno). E i protagonisti della stagione che ha preceduto l’avvento alla guida di Roma di uno dei peggiori centrodestra della storia non ci sembrano  i più adatti a portare la nostra città ifuori dal pantano. Dopo Mafia capitale servono aria nuova e facce nuove, scelte tra gente in gamba della società civile, non politici di professione.

Carteinregola ha scritto al Presidente Renzi, al Sindaco Marino, al comissario del PD romano Orfini*, intervenendo nel dibattito sull’ipotesi di un rimpasto della Giunta di Roma, chiedendo che per portare la città fuori dal pantano la politica abbia  il coraggio di fare un passo indietro e scegliere  facce nuove, persone con molta competenza e pochi trascorsi partitici. L’alternativa è l’ennesima partita di giro, dove si reinsediano  ancora una volta   gli stessi personaggi che da vent’anni “ruotano”  dal  Campidoglio, alla Provincia, alla Regione, al Parlamento.

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento