Cartelloni: hanno vinto le regole!

mosaico presidio cartelloniApprovato il Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, senza  nessuna percentuale di impianti comunali esente dalle procedure di evidenza  pubblica. Ancora una  volta si dimostra che l’impegno, la caparbietà e la perseveranza dei cittadini possono fare la differenza. Il risultato di tre giorni di mobilitazione nell’ Aula Capitolina ma soprattutto di  un lavoro portato avanti da anni da un gruppo di associazioni e comitati che hanno saputo unire le forze e  mettere insieme  le competenze. Ringraziamo l’Assessore Leonori e la sua squadra, i consiglieri capitolini che hanno approvato il Piano e soprattutto gli amici di  VAS Roma, di Bastacartelloni, di Cittadinanzattiva Lazio Onlus e  tutti gli altri gruppi e cittadini che hanno contribuito a rendere realtà quello che tutti da tempo aspettavamo: una città che finalmente ha il coraggio di ripartire dalle regole…

(adesso l’impegno continua con i piani di localizzazione da elaborare nei Municipi)

dal sito di Roma Capitale:  Approvato il nuovo Prip: meno cartelloni pubblicitari, più incassi per Roma Capitale

Roma, 30 luglio – È stato approvato in Assemblea Capitolina con 31 voti favorevoli, 2 contrari e 3 astenuti il nuovo Piano regolatore impianti pubblicitari (Prip).

Continua a leggere

Pubblicato in leggi e normative, politica della cttà, PRESIDIO, regole, trasparenza | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Cartelloni: SULLE REGOLE UGUALI PER TUTTI NON SI MEDIA

ED E’ SUBITO MEDIAZIONE…MA SULLE REGOLE UGUALI PER TUTTI  NON SI MEDIA 

Il PRIP, Piano Regolatore Impianti Pubblicitari elaborato dall’Assessorato alle Attività Produttive, è una materia tecnica  complessa, per cui rimandiamo alla lettura degli articoli e dei resoconti  di chi se ne  è sempre occupato, Bastacartelloni, VAS Roma e Cittadinanzattiva Laizo Onlus, Cartellopoli . Ma proveremo – con tutti i limiti della semplificazione – a raccontare i punti in discussione, perchè i cittadini capiscano cosa sta avvenendo in questi giorni in Campidoglio rispetto alla sua tormentata approvazione.

Zuppello La Nave Magliette Prip

Foto VAS Roma

Il punto riguarda  le regole uguali per tutti, che si traduce in questo, come in molti altri casi – quando si tratta di attribuire spazi, beni o servizi pubblici –  nella scelta del  bando pubblico anzichè dell’affidamento diretto. Scelta in realtà obbligata, in quanto le norme europee sulla concorrenza recepite dallo stato italiano e vigenti quindi anche sul territorio della Capitale, lo impongono. Invece in Aula Capitolina, a quanto pare, in molti vorrebbero fare eccezione alla regola, non rispetto agli impianti di affissione privati, ma per una parte del consistente  patrimonio degli impianti di proprietà comunale  che si riconoscono per la  “cimasa”  “SPQR” che vengono dati in affitto a privati. Ebbene, incredibile a dirsi, è in corso un “tiro alla fune” trasversale, su quale percentuale di questi impianti pubblici sottarre al bando e dare in affidamento diretto (si dice alle imprese “virtuose”, categoria di difficile classificazione giuridica, e oltretutto  non si sa  con che criteri,  per quanto tempo e  a quali condizioni). Sembra che Alemanno  abbia chiesto il 50%, il consigliere della lista Civica Franco Marino il 15% e che  il Sindaco Marino – secondo il Messaggero  – “al massimo e obtorto collo potrebbe arrivare a concedere un 10 per cento di spazi da mettere fuori bando“. Le ultime notizie pdi ieri  parlano di una mediazione raggiunta sul 17,5%. Ma a nostro avviso esiste una sola percentuale compatibile con le regole uguali per tutti e la corretta concorrenza: lo zero per cento.

AMBM

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Accade in Campidoglio: VOGLIAMO LE REGOLE PER I CARTELLONI

FOTO VAS ROMA

FOTO VAS ROMA

29 LUGLIO: (dal sito VAS Roma) Se non ci saranno ulteriori incidenti di percorso, forse Roma già a partire da stasera avrà un Piano Regolatore degli Impianti pubblicitari (PRIP) dello stesso valore delle principali città europee

Per i promotori del presidio ieri è stata una “giornata  da incorniciare, anche se la “quadra”  sulla Normativa Tecnica di Attuazione del PRIP e sulle modifiche al Regolamento di Pubblità ancora non c’è, ma sembra si sia ormai molto vicini. Un primo grande risultato è stato evitare che questi provvedimenti venissero stralciati dal bilancio e rinviati a chissà quando.  Il voto complessivo dunque ci sarà e quasi certamente entro mercoledì sera: entro stasera potrebbe essere però approvato il PRIP. (> leggi l’articolo con gli scenari possibili sul sito VAS Roma)

28 luglio 2014 Da più di vent’anni la Capitale è vittima del farwest delle affissioni. E proprio adesso, che finalmente sta per vedere la luce  un nuovo Piano  che dovrebbe garantire legalità e regole uguali per tutti, saltano fuori ostacoli imprevisti da parte di un pezzo della stessa maggioranza che rendono la sua rapida approvazione alquanto  incerta (sembra un dejà vu…) . Si parla di un rinvio alle calende greche, stralciando il provvedimento dal bilancio, oppure di un emendamento nello stesso stile del “regalo” fatto ai camion bar. Entrambe le ipotesi sarebbero una grave sconfitta per la città.

Continua a leggere

Pubblicato in leggi e normative, politica della cttà | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Piano casa e il Piano alberghi

Come è diventata  ormai pratica consolidata, anche nel decreto legge 91/2014 (competitività) che oggi è stato approvato al Senato con la fiducia, a quanto pare è stato inserito un articolo – 18 bis – che dovrebbe far contento qualcuno, in questo caso gli albergatori, che potranno traformare in appartamenti il 40% della superficie degli hotel

Foto Sole24ore

Foto Sole24ore

A leggere il primo comma (1), si tratta  di un’iniziativa apparentemente innocente, che intende introdurre e regolamentare i “condhotel”, che però pochi sanno effettivamente cosa sono. Ecco come  il quotidiano on line affaritaliani.it descrive   il primo “condhotel“  aperto in Italia, a Milano:  “il nuovo Hotel Ramada Plaza Milano,  costruito nell’area che ospitava in passato una fabbrica di componenti per aerei, attraverso il marchio HouseHotel metterà in vendita 96 appartamenti di varie tipologie, dal monolocale di 43 mq all’attico di 245 mq,  arredati e corredati, e, acquistando l’opzione Gold, si avranno anche biancheria “luxury”, macchina da caffè Nespresso, dotazione tecnologica Apple e abbonamento a Sky. Ma il vero plus della formula “condohotel”, lanciata con il claim “Questa casa E’ un albergo”, è la possibilità di usufruire dei servizi dell’hotel: portineria 24 ore su 24, vigilanza con controllo degli ingressi degli appartamenti, accesso alla spa e al centro benessere, palestra, bar, ristorante e concierge”

Continua a leggere

Pubblicato in leggi e normative, Lupi, urbanistica | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

DDL LUPI sull’urbanistica: il ministro allarga il tiro

lupi caschetto da repubblica torino

Foto Repubblica Torino

AGGIORNAMENTI: leggi l’articolo su Eddyburg di Paolo Baldeschi   del 27 Luglio 2014 Caro Ministro Lupi, ti scrivo

 ______________________________________

Ieri  24 luglio il  Ministro Lupi ha presentato il testo del disegno di legge, Principi in materia di politiche pubbliche territoriali e trasformazione urbana elaborato da un gruppo di esperti guidati dall’ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici Francesco Karrerche si propone di predisporre un quadro normativo unitario inper  rinnovare le norme urbanistiche nazionali attualmente vigenti che risalgono  al 1942. Si tratta di una bozzza che  si compone di 20 articoli,  oggetto di consultazione pubblica on-line, che resterà aperta fino al 15 settembre   per la raccolta di proposte e spunti critici (ma sulla scheda il termine indicato è il 15 agosto!)

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento