Piano Casa Polverini/Zingaretti: la fine era nota

Dallo “Sblocca Italia” allo “Sblocca Lazio”: si approvano provvedimenti che aggirano le regole, premiando gli interessi privati, predando il territorio e peggiorando la qualità della vita dei cittadini

ERRATA CORRIGE: in una precedente versione dell’articolo abbiamo attribuito al programma elettorale di Zingaretti una frase  in realtà contenuta nel programma Cinquestelle. Ce ne scusiamo con gli interessati. In ogni caso invitiamo alla lettura del programma per l’urbanistica del Presidente Zingaretti, che contiene molte affermazioni che restano, a  nostro avviso, ugualmente  smentite dall’attuale versione del Piano Casa

testata appello piano casa

Il piano casa di Civita e Zingaretti è stato approvato alle 5 di stamattina con voto unanime della maggioranza (Pd, Sel, Lista e Listino Civico) e voto contrario delle opposizioni (M5s, La Destra, Fi-Pdl, Nuovo Centro Destra, Lista Buongiorno- Udc, Fdi) A sorpresa la proroga è stata allungata al gennaio 2017: altri due anni di una “deregulation del mattone”, perfettamente in linea – tranne che per un paio di aspetti impresentabili – con la precedente amministrazione di centrodestra. Infatti il piano casa è stato prorogato mantenendo molti  commi della legge Polverini  e soprattutto lasciando intatto  l’aspetto più inquietante: i privati potranno aumentare cubature e cambiare destinazione agli edifici, anche con impatti devastanti sui territori, senza che né i Comuni né i Municipi possano opporsi, e nemmeno chiedere delle modifiche…

Difficile dire in poche righe tutto quello che abbiamo visto e sentito in questa seduta del Consiglio Regionale durata fino all’alba. Chi ha tempo dovrebbe leggere il resoconto stenografico in calce. Citiamo gli aspetti  che ci sembrano più significativi dal punto di vista simbolico. Come i benefit ai proprietari delle cliniche e dei residences privati per l’emergenza abitativa, che se perdono le commesse pubbliche possono trasformarli in appartamenti (ci aspettiamo, per equità sociale, che anche i dipendenti di tali strutture, che perdono il lavoro, possano usufruire di un “minipiano casa” che consenta di trasformare in miniappartamenti le cucce dei cani e i gabbiotti degli attrezzi). O come il fatto che, nonostante i due anni di proroga, non sia stata prevista la possibilità per Roma Capitale di escludere dall’applicazione del Piano casa zone della città come Garbatella o Città Giardino o altre, di cui a suo tempo il Sindaco Alemanno non si era preoccupato. Ed è stato approvato senza battere ciglio perfino l‘abbassamento  dell’altezza media dei sottotetti per fini abitativi –   in altre Regioni ben sopra i due metri – superando persino la già consistente riduzione del Piano Polverini, arrivando al record di 1,90 mt.

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

COME UN FILM: Piano casa 2, la vendetta

Oggi potrebbe essere approvato definitivamente il Piano casa, grazie   a un  “maxiemendamento” (una sorta di “fiducia” che si basa su “prendere o lasciare”) tirato fuori ieri,  in cui sono magicamente spuntate delle modifiche che prima non c’erano,  alla Legge regionale  N. 29 /1997 , Norme in materia di aree naturali protette regionali* . Secondo l’associazione VAS – Verdi Ambiente e Società – a cui ieri sera abbiamo comunicato le “new entry” ” – Il maxiemendamento presentato dalla maggioranza per il Piano Casa consente la cementificazione anche dei parchi e delle riserve naturali del Laziopaino casa 2 la vendetta bianco

OGGI DALLE 17 IN POI  CONTINUA IL PRESIDIO contro la proroga del Piano Casa Polverini/Zingaretti  che probabilmente si trasformerà in una MARATONA FINO A TARDA NOTTE.  Carteinregola invita i cittadini e i comitati  a partecipare  o a seguire la  diretta sul  web,  come già successe nella famosa “notte delle delibere” in Campidoglio (consigliamo di sentire  l’audio del   dibattito in aula da http://radiocittaperta.it/  anche per aggiornamenti sugli orari-(> vai alle istruzioni per arrivare alla Pisana)

INVITIAMO A LEGGERE INTEGRALMENTE L’ARTICOLO PUBBLICATO oggi da VAS Il maxiemendamento presentato dalla maggioranza per il Piano Casa consente la cementificazione anche dei parchi e delle riserve naturali del Lazio su cui torneremo anche noi più avanti con approfondimenti

Stanotte molto  probabilmente si consumerà la scena finale di quello che assomiglia ai “sequel” che il cinema commerciale sforna dopo i  film campioni di incasso.  Solo che, questa volta, se il Piano Casa Ciocchetti/Polverini sia stato davvero un affare e per chi, nessuno ce l’ha ancora voluto raccontare con dati e tabelle.  Come tutti i sequel, il Piano Casa Civita/Zingaretti è  soprattutto un film già visto: non solo per i tanti articoli rimasti quasi uguali (nel testo portato al Consiglio è stato tolto solo l’impresentabile estremo, ed è rimasto molto impresentabile “così così”), che fanno della trama una rimasticatura della prima versione, ma anche per la ripetizione dello schema narrativo, con il ricorso al maxiemendamento,   come fece la Polverini per approvare il suo Piano Casa, scatenando l’indignazione delle opposizioni.

Continua a leggere

Pubblicato in ambiente, leggi e normative, PIANO CASA, politica della cttà, PRESIDIO, Regione Lazio, regole | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

In consiglio cominciano ad arrivare i comitati…

Nonostante lo scarso preavviso  e la distanza, stanno arrivando in Consiglio regionale molti rappresentanti dei comitati e delle associazioni, e anche consiglieri municipali, per seguir edi persona l’epilogo di questa brutta storia…

ore 18.50 Qualcuno ci ha ricordato che stasera gioca la Roma, per cui i pronostici sono sfavorevoli alla continuazione notturna del Consiglio. Intanto è ancora in corso la capigruppo, che comunicherà gli sviluppi dei lavori…

ore 19.10 Ancora non è cominciato il Consiglio, intanto stiamo raccogliendo informazioni su alcune “new entry” del maxiemendaamento che sono spuntate dal nulla, ci riferiamo ad alcune modifiche appaortate alal legge 29 del  6 ottobre 1997, che riguarda “norme in materia di aree naturali protette regionali)

FINALMENTE SI E’ SAPUTO COME FINISCE LA SERATA: RINVIATA  LA SEDUTA A DOMANI ALLE 17 (alle 16 il question time per un’ora)

Comunicato di CITTADINANZATTIVA LAZIO CONTRO IL PIANO-CASA  E IL MAXIEMENDAMENTO

Cittadinanzattiva Lazio ha sempre avversato il Piano-Casa per i gravi contenuti che lo caratterizzano, anche in termini etici e non solo ambientali, urbanistici, di rapporti con le altre amministrazioni locali, etc. Questo quando era stato originariamente avviato dalla giunta Polverini e oggi che la giunta e la maggioranza Zingaretti porta avanti esattamente lo stesso piano, se possibile – c’è il rischio – perfino peggiorato.

Continua a leggere

Pubblicato in PIANO CASA, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

LA MAGGIORANZA PRESENTA IL MAXIEMENDAMENTO per il PIANO CASA

VERGOGNA

Nonostante le opposizioni, Movimento Cinquestelle e vari centrodestra, avessero ritirato centinaia di emendamenti, lasciandone in piedi circa 150, la maggioranza ha presentato il famigerato maxiemendamento, quello “prendere o lasciare” che mette una pietra tombale su  qualsiasi dibattito. Una dimostrazione di quello che più temevamo, cioè che Zingaretti non solo ha fatto proprio il Piano casa della Polverini, ma ne sta seguendo anche i metodi. Una “mutazione genetica” del centrosinistra, che non prova alcuna vergogna a tenersi  quegli articoli del Piano contro cui aveva invocato referendum, e neanche a ricorrere al “maxiemendamento” che il parere “pro veritate” chiesto dagli stessi partiti ora al governo quando erano all’opposizione, al grande costituzionalista Michele Ainis così definiva: “Nessuna modalità procedimentale, sia pur giustificata dall’intento di arginare condotte ostruzionistiche, può reputarsi costituzionalmente lecita quando finisca per negare alla radice i diritti delle opposizioni, trasformando l’iter legis in un canto solitario della maggioranza di governo. In una Costituzione pluralistica come quella italiana del 1947, ogni diritto – e ogni potere – deve bilanciarsi con altri diritti e poteri; altrimenti s’aprirebbe un varco alla «tirannia dei valori» di cui parlò Carl Schmitt”.

Basterebbe questo per capire quale distanza siderale possa esserci tra le parole e i fatti, tra la sinistra di lotta e la sinistra di governo, tra quello che si vuol far credere agli elettori nelle piazze e quello che si fa nelle stanze del potere a pochi passi dal raccordo anulare, in mezzo alle vigne e alle gru che continuano a costruire villette a schiera.

Ma noi di Carteinregola ci prendiamo un impegno solenne davanti a tutti quelli che ci hanno seguito e sostenuto finora: non ci sarà cittadino o comitato che si mobiliterà contro qualche intervento del Piano Casa Zingaretti calato a tradimento sul territorio, aumentando abitanti, clienti o lavoratori senza che nessuno abbia potuto obiettare sulla mancanza di strade, di verde, di servizi, che non sarà da noi informato su da dove  è venuta la sciagurata idea del Piano casa. Sapranno tutto, i cittadini:  chi ha modificato solo le parti impresentabili e si è tenuto stretto il Piano casa Polverini, chi l’ha votato, chi non ha speso una parola per metterlo in discussione, chi non ha raccontato ai compagni di partito cosa comportava veramente.

Da adesso in poi, le chiacchiere stanno a zero.

in calce il comunicato stampa di Cittadinanzattiva Lazio Onlus

Piano Casa 2: cosa pensa(va) il PD dell’uso del maxiemendamento

(ringraziamo i Radicali Italiani per essere stati nel 2011 e nel 2012 i principali attori della battaglia contro il Piano Casa Polverini:  se oggi fossero ancora in Consiglio, forse le cose sarebbero andate diversamente. Li ringraziamo anche per averci fornito il parere pro veritate di Ainis)

Continua a leggere

Pubblicato in PIANO CASA, PRESIDIO, Regione Lazio, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Piano casa 2: il Presidente Zingaretti e il Presidente Renzi

piano casa zingaretti una mutevole verità

un foromontaggio che gioca con la coertina del libro “Una mutevole verità” di Gian Enrico Carofiglio

SIAMO ALLA STRETTA FINALE OGGI 29 SETTEMBRE dalle 11 alle 19.30* giovedì 30 dalle 14 a oltranza. E il rischio maxiemendamento resta…

Cos’ hanno in comune il decreto “SbloccaItalia” di Renzi e il Piano casa 2 di Zingaretti?

Probabilmente domani verrà approvata dal Consiglio Regionale del Lazio la versione del “Piano Casa” della giunta Zingaretti, composta da una serie di articoli che – tolti un paio di aspetti particolarmente efferati – ricalcano quasi pedissequamente quelli della precedente amministrazione di centrodestra Polverini. Gli stessi articoli contro cui il Partito democratico, a suo tempo, aveva ingaggiato una dura battaglia e minacciato referendum. Ben diversi da quelli dei Piani casa delle altre Regioni di centrosinistra. Perché questa legge continua a permettere ai proprietari privati di fare ampliamenti e cambiare destinazione d’uso agli edifici – anche ancora da costruire, anche da uffici a centri commerciali – “in automatico”, cioè senza che i Comuni possano opporsi, nè chiedere modifiche ai progetti in base agli impatti sui territori e sulle persone che vi abitano. In nome del “rilancio dell’edilizia” e della “semplificazione”.

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento